LE CASE DELLA BOCCETTA ERANO DIPINTE? 

0
674
rione boccetta

Centro storico di Cerveteri

In questa strana stagione primaverile, ancora fresca e ventilata, l’affacciarsi di un timido sole, che lotta tra le nuvole, sembra incoraggiarci ad uscire finalmente allo scoperto, superare la paura della pandemia e ripercorrere le antiche vie del nostro centro storico, in cerca di pace e di serenità, magari per ritrovare un po’ di fiducia e di ottimismo. È quello che ho fatto stamattina. Dopo tanto tempo, ho voluto ritrovare il mio, il nostro, piccolo borgo, sempre presente nei meandri del subconscio. Purtroppo, la mia passeggiata è stata funestata da una profonda sensazione di incuria e di abbandono, insieme, però, anche alla sorpresa della scoperta di nuove informazioni storico-artistiche su questi vicoletti, che non finiscono mai di regalarci le meraviglie della nostra storia, stratificata nelle vie, nelle piazze, negli edifici e nelle nostre anime. Così ho avuto la conferma di ciò che da sempre avevo sospettato, e cioè che alcune case, nel complesso centrale del borgo, celassero, sotto le ridipinture moderne, alcune parti affrescate, che affioravano, nelle giornate di pioggia, in trasparenza, come ombre fantasma, sotto i cornicioni dei tetti, alcune dei quali oggi, purtroppo, pericolanti.

rione boccetta

È così che questa stagione piovosa, provocando la caduta di intonaci antichi e moderni, ha riportato alla luce quei dipinti nascosti.
Mi riferisco ad una casa, in particolare, situata in via Agillina ai numeri 17-19, che si affaccia proprio sull’arteria centrale del sistema urbanistico ad albero, risalente al periodo medievale, in cui questa via era il fusto e i vicoli laterali i rami. Questo edificio di tre piani è oggi in completa rovina, con finestre rotte, tetto divelto, pareti scrostate, un balconcino semicrollato, che minaccia l’incolumità dei passanti. Ma, per miracolo, è ricomparsa, sotto il cornicione, una parte di affresco, forse uno stemma, che è venuto a ricordarci l’importanza di questo blocco centrale di edifici, dove sono state localizzate importanti istituzioni antiche, come l’arcipretura, la cappellania, botteghe e rimesse di proprietà pubblica e privata (M. Badaloni: Cerveteri, Atlante Storico delle città italiane).

Da tempo i cittadini di Cerveteri attendono un intervento di  riqualificazione del centro storico, che oggi versa in condizioni a dir poco preoccupanti e forse è venuta l’ora di prendere gli opportuni provvedimenti, per salvaguardare quanto resta (purtroppo poco) della storia del cuore della nostra città.

Cerveteri 6 maggio 2021

Rita Papi