LADRI DI BICICLETTE SCATENATI SUL LITORALE

0
208
ladri di biciclette

I CARABINIERI INDIVIDUANO UNA BANDA, I PROFESSIONISTI NELLO SCORSO INVERNO AVEVANO MESSO A SEGNO DEI COLPI A CERVETERI E LADISPOLI: NEL MIRINO COSTOSE MOUNTAIN BIKE.

La solita estate all’insegna dei ladri di biciclette: sono sparite sul lungomare e alla stazione ferroviaria. Nulla a che vedere con le costosissime mountain bike portate via nei giardini delle abitazioni durante i mesi invernali sia a Ladispoli che a Cerveteri.

Ma il vento è cambiato sul litorale dove avevano agito indisturbati professionisti di una banda specializzata. Le indagini dei carabinieri della stazione di Cerveteri però sarebbero ad una svolta visto che sono scattate delle perquisizioni, su disposizione della Procura di Civitavecchia, nella città ladispolana che hanno portato alla denuncia di tre persone, ritenute i membri di questo gruppo malavitoso. Le attività degli inquirenti non sono chiuse qui, e i tre, al momento solo denunciati a piede libero, potrebbero presto essere raggiunti da misure cautelari. La refurtiva però non sarebbe stata ancora trovata. Preziosa la testimonianza anche di una vittima, abile a scoprire che una delle sue Cannondale Mtb rubate, era stata messa in vendita sui siti on line. Il residente ladispolano aveva denunciato il furto di 5 biciclette, dal valore complessivo di 4mila euro. Anche negli anni scorsi i carabinieri della stazione locale riuscirono a smantellare un’organizzazione recuperando una decina di mountain bike e bici da strada.

Nessuna pietà. Tornando ai classici furti, in estate era rimasto impresso l’episodio accaduto in viale Adriatico, a di Campo di Mare. Un giovane 18enne aveva appena ricevuto un regalo speciale e la madre si era vista sfilare la bici sotto gli occhi accanto a un bar, arrivando poi ad offrire persino una ricompensa a chiunque riuscisse a trovarla. Un raid avvenuto in pieno giorno. La storia aveva toccato la sensibilità dei residenti che si erano subito attivati con il passaparola o attraverso il “Controllo del vicinato”. Altri i colpi segnalati a Marina San Nicola, tra il lungomare e via Saturno. In questo caso però ad essere sottratte durante la notte delle normali bici da passeggio. Due non si trovano più alla stazione ferroviaria: è rimasto solo il sellino e una ruota.
Bike sharing. Arrugginite e distrutte dai vandali. Le ultime biciclette di questo progetto fallito a Ladispoli sono rimaste in balia dei teppisti. Una è stata demolita alla stazione. Di rastrelliere con gli spazi vuoti la città ne è piena perché in passato vennero addirittura razziate dai soliti ignoti nonostante ci fossero telecamere sparpagliate ovuinque. Fu una desolazione soprattutto per la ditta privata che anticipò decine e decine di migliaia di euro in virtù di un accordo con il Comune datato sei anni fa.