Ladispoli, suonano al citofono e si fingono finanzieri per derubare la consigliera Fioravanti

0
225
uomo carbonizzato

Si sono finti finanzieri e hanno mostrato distintivo e permesso per perquisire l’abitazione. Il blitz all’alba, poco prima delle 6, nell’abitazione del consigliere comunale di centrodestra e presidente del Ladispoli calcio, Sabrina Fioravanti. Sembrava tutto vero, con le forze dell’ordine persino armate e pronte a far valere un documento nelle mani. Altro non era però che una richiesta del tribunale taroccata, così come erano falsi quegli uomini in divisa (indossavano una mascherina con la scritta della Guardia di finanza) ma ladri pronti ad entrare e sgraffignare il più possibile fingendo, appunto, una perquisizione.

Un colpo studiato nei minimi particolari. Alla fine i balordi sono riusciti a portare via effetti personali di Fioravanti che solo dopo si è resa conto di quanto accaduto. Sul fatto è stata presentata una denuncia ai carabinieri della stazione locale che ora indagano con l’ausilio della compagnia di Civitavecchia.