Ladispoli, molestie in stazione: minorenne salvata dalla Polizia

0
305

Avvicinata e poi molestata è stata salvata da una donna che ha chiamato subito il 113. E l’autoradio della polizia di stato in pochi minuti ha messo fine all’incubo di una 17enne che si è messa ad urlare non appena la coppia si è avvicinata a lei in pieno giorno, mentre aspettava l’autobus alla fermata. Uno è stato già rintracciato, l’altro è fuggito ma ormai avrebbe le ore contate. Entrambi sarebbero indiani. L’avrebbero pedinata prima di raggiungerla in piazzale Roma. I due asiatici l’avrebbero salutata sorridendole e spiegando che conoscevano i familiari chiedendo qualche foto insieme e anche dei selfie ricordo da tenere sul telefonino. Dalle parole presto ai fatti quando uno dei due avrebbe provato ad avere un rapporto più intimo baciandola sulla bocca. La minorenne in quel momento ha capito ed è stata abile a reagire girandosi di scatto ma nonostante ciò l’uomo l’ha centrata sulla guancia. La ragazza ha gridato cercando aiuto e richiamando le attenzioni di una donna che era nei paraggi che non solo ha allertato le forze dell’ordine ma ha inveito contro i due esaltati. Nel frattempo in stazione si sono precipitati gli agenti del commissariato di via Vilnius, diretto dal dirigente vicequestore, Federico Zaccaria. Oltre all’autoradio sempre attiva sul territorio è intervenuto anche il personale in borghese presente in zona per azioni di monitoraggio anticrimine. Uno è stato bloccato, l’altro attualmente è ricercato ma gli investigatori sono ormai sulle sue tracce. Sul posto è poi arrivata la madre della 17enne ed entrambe sono poi andate in commissariato per presentare la denuncia così come la testimone. I due rischiano grosso visto che dovranno difendersi per violenza sessuale. Un caso risolto praticamente subito dalla polizia di stato.