Ladispoli, i carabinieri consegnano i pc della scuola agli alunni della Melone

0
620

I ragazzi non riuscivano a seguire le lezioni con le maestre e così si sono attivati i militari.

Bimbi senza la possibilità di collegarsi per svolgere le lezioni. Così a Ladispoli ci hanno pensato i carabinieri a portare loro pc portatili e tablet acquistati dalla scuola tramite fondi ministeriali. Una trentina i computer consegnati già dai militari della stazione locale di via Livorno. I carabinieri ladispolani, muniti naturalmente di guanti e mascherine, hanno raggiunto tutte le abitazioni inserite nell’elenco. Soddisfatto il preside della Melone. “Desidero ringraziare dal più profondo del cuore Umberto Polizzi, comandante della stazione dei carabinieri di Ladispoli – dice Riccardo Agresti – per avere messo i suoi uomini al servizio dei nostri studenti che avevano bisogno di mezzi tecnici per seguire adeguatamente le video lezioni e svolgere la didattica a distanza messa in atto dai docenti”. In realtà la dirigenza si era attivata nelle scorse settimane mettendo a disposizione per i giovani mezzi tecnologici fermi e spenti nelle aule. La distribuzione però ha presentato non poche difficoltà. “Nonostante i carabinieri abbiano cose ben più gravi e serie da svolgere – prosegue Agresti – hanno trovato del tempo da dedicare ai nostri meloncini”.