La realtà di molte famiglie

0
524
famiglie

Vivere a colori

Stipendio 1200 euro. Tra affitto, acqua, gas, luce e varie se restano circa 200 euro per vivere è tanto. Questa la realtà di molte famiglie in Italia. Alla quale si aggiune la nuova povertà, fatta di persone che lavorano a colori, a loro cosa resta oltre ai debiti?

Passato, presente e futuro.
Come certificato dall’Istat, nel 2019 1,7 milioni di famiglie vivevano in condizioni di povertà assoluta, un numero pari al 6,4% del totale. Le persone in povertà assoluta erano 4,6 milioni equivalenti al 7,7% della popolazione. Questa è la fotografia della povertà in Italia prima del Covid-19.
Per monitorare la situazione durante e dopo i mesi del lockdown, la Caritas ha condotto tre rilevazioni nazionali: una durante il lockdown ad aprile, una a giugno e l’ultima con qualche mese di distanza, a settembre. Le rilevazioni, condotte tramite un questionario sottoposto a tutte le Caritas diocesane sul territorio italiano, avevano lo scopo di indagare come stessero cambiando i profili dei più bisognosi in Italia. «Nel recente report contenente i risultati di questa indagine, si riporta come il 46% delle Caritas diocesane in grado di fornire dati sul periodo di aprile abbiano assistito quasi 450 mila persone, di cui il 30% erano “nuovi poveri”, ovvero persone che per la prima volta stavano vivendo una situazione di deprivazione. Questo rappresenta un aumento del 105% nel numero di nuove persone assistite, con un picco del 153% al sud. Questo dato è in linea con i risultati di una recente indagine della Banca d’Italia che sottolinea come, a causa del Covid-19, anche includendo eventuali strumenti di sostegno, quasi un terzo delle famiglie in Italia abbia visto il proprio reddito ridursi di più del 25%». Huffpost a novembre – La povertà in Italia prima e dopo il Covid – 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here