“La bandiera della Pace a Cerveteri la leveremo noi di Casapound”

0
1139

Riceviamo e pubblichiamo. Il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, nonostante sia stato invitato dalla prefettura a spostare la bandiera arcobaleno sulla facciata del comune, come un disobbediente qualsiasi, stile il sindaco di Palermo Orlando o quello di Napoli De Magistris, ha deciso di sfidare lo Stato e di lasciare lì dove sta la bandiera in questione. Ebbene, vogliamo dire a questo signore che allora ci penseremo noi a rimuovere la bandiera arcobaleno, che non può e non deve figurare accanto al Tricolore o a gli altri simboli istituzionali, perché è una bandiera che rappresenta una ideologia ben precisa e non tutta la comunità”, continua Antonini, annunciando per sabato 12 una manifestazione a Cerveteri in piazza Risorgimento, sotto al Comune, a partire dalle 11.
Pascucci invece di aggrapparsi alle bandiere si dedichi ai cittadini che dovrebbe amministrare. Una singola ristretta minoranza – rappresentata da quel vessillo – non deve avere la precedenza sulla maggioranza della popolazione.
La “sfida” al governo da parte di Pascucci – sulla falsa riga dei sindaci rossi – è impraticabile dal punto di vista legale. Chi ne fa una questione faziosamente politica, non ha compreso, o è in malafede, perché qui si parla soprattutto del rispetto di norme e istituzioni, sopra le quali, in uno Stato di diritto, nessuno può porsi, tantomeno l’arroganza di un sindaco.

CasaPound Italia