Il Pd chiede di lasciare la mensa nel Centro polifunzionale

0
493
mense scolastiche

Riceviamo e pubblichiamo.

La decisione dell’Amministrazione comunale di togliere la mensa scolastica dalla struttura del Polifunzionale e’ sbagliata e, addirittura, non legittima. Sbagliata perché l’alternativa alla quale si vogliono costringere gli scolari non è assolutamente adeguata, con spazi ristretti e non compatibili con i normali standard previsti per questo tipo d’uso. È addirittura una decisione non legittima perché il Centro Polifunzionale è stato costruito dalla C.I.R. (l’azienda che gestisce tutto il servizio del Centro e di tutte le mense scolastiche di Ladispoli) nell’ambito dell’appello originario del project financing. I costi della struttura del Polifunzionale, quindi, vengono caricati, in quota parte, sul bollettino che i genitori pagano mensilmente per la mensa dei loro figli. Le altre attività che in passato si sono svolte nelle ore lasciate libere dall’uso scolastico,sono attività secondarie e subordinate rispetto alla destinazione del progetto originario e del contratto firmato tra Comune e C.I.R.. Va tra l’altro ricordato come in passato le Amministrazioni comunali erano riuscite a far convivere le attività culturali con la destinazione primaria di mensa, prevedendo modalità che garantivano il rispetto delle norma di sicurezza e di quelle igienico sanitarie. Esprimiamo solidarietà alle famiglie nelle loro richieste e invitiamo, quindi, l’Amministrazione comunale a tornare sulle sue decisioni e a ripristinare la situazione precedente, evitando di creare disservizi e difficoltà alla gestione della mensa e di tutte le altre attività scolastiche.

Circolo PD Ladispoli

Gruppo Consiliare PD Ladispoli