Il calcio femminile ha un nuovo sponsor man: Alessio Sundas

0
1082

“Quando oltre un anno fa la nostra agenzia lanciò un appello affinchè il calcio femminile non fosse discriminato, fummo derisi e sottovalutati. A distanza di dodici mesi, dopo lo splendido scenario dello Juventus Stadium gremito da 40 mila tifosi, tutti si sono affrettati a salire sul carro di uno sport amato dal pubblico e ricco di veri talenti che meritano adeguata attenzione da parte dei mass media”.Le parole sono del manager Alessio Sundas, titolare della Sport Man Procuratori Sportivi, che ha nuovamente preso spunto dal rinnovato interesse per il calcio femminile mostrato dai grandi network televisivi per rilanciare una storica battaglia della sua agenzia.

L’agente Alessio Sundas

“E’ stato meraviglioso vedere una folla di tifosi sugli spalti per Juventus – Fiorentina del campionato di Serie A Donne – prosegue Sundas – da qualche mese finalmente anche le piattaforme televisive si sono accorte del calcio femminile. La conferma è arrivata anche dagli ascolti televisivi, con il 2,65% di share, Juventus – Fiorentina è stata la partita di calcio femminile più seguita di sempre. Prendiamo spunto dalle parole del presidente del Coni, Malagò, che ha dichiarato come la Figc abbia il dovere di valorizzare questo prodotto, per rilanciare le nostre proposte. La trasmissione di tutte le gare della Serie A Donne è stato un ottimo inizio per riequilibrare una situazione che per troppo tempo ha penalizzato le calciatrici italiane. Ricordiamo, infatti, che all’estero il football femminile è all’avanguardia, esiste una notevole attenzione mediatica, gli stadi sono sempre affollati di tifosi. In Italia abbiamo compiuto il primo passo in avanti, il successo della gara allo Juventus Stadium rischia però di essere una cattedrale nel deserto senza quelle modifiche strutturali che la Sport Man reclama da tempo. Ad iniziare dalla possibilità che le calciatrici possano avere le stesse chance occupazioni dei loro colleghi uomini, lo scorso dicembre abbiamo ufficialmente chiesto alla Federazione Italiana Gioco Calcio il prolungamento della finestra di calcio mercato invernale per le Donne. La sessione con le normative attuali è molto breve, tipo quella delle serie dilettantistiche maschili, una discriminazione che impedisce le trattative di mercato non aiutando la crescita del sistema. Chiediamo alla Figc di renderla identica a quella del calcio maschile, per permettere la sana costruzione di una rete di trattative volte a promuovere la mobilità agonistica delle calciatrici. La Sport Man crede da tempo nel calcio femminile, proprio in queste ore è stato siglato un importante accordo tra la nostra agenzia e cinque top calciatrici italiane. La fortissima Bellucci Mia, classe 1997, giocatrice del Milan, la promettente guida della difesa dell’Italia, Panzeri Vanessa, classe 2000, tesserata con la Juventus, così come la coetanea Puglisi Valentina, centrocampista della Nazionale Under 19,  Franco Michela,  atleta di esperienza e molto preparata, classe 1993, ed infine Aprile Roberta, classe 2000 del Bari e portiere della Nazionale. La Sport Man è già alla ricerca per le cinque atlete di sponsor pronti ad investire nel calcio femminile.  Con queste top player, l’agente Sundas sta ampliando il suo orizzonte sportivo e il suo staff contatterà  i brand più importanti per trovare gli sponsor  pronti ad investire sul calcio delle donne.  Ricordiamo ancora una volta – conclude Sundas – che la Sport Man è ovviamente a disposizione delle calciatrici di tutte le categorie per tutelare i loro interessi, offrire la possibilità di importanti ingaggi sia in Italia che in Europa, favorire l’ingresso di brand di altissimo livello che possano portare nuove risorse economiche ai club ed alla Nazionale femminile. Nella Serie A Donne partecipano società blasonate come Juventus, Milan, Fiorentina, Roma, esistono dei margini di crescita di ottima prospettiva. Ripartire dalle Donne può essere un ottimo viatico per tutto lo sport italiano dove da sempre le esponenti del gentil sesso ottengono vittorie molto più prestigiose dei loro colleghi uomini”.