FUNERALE AL GHIACCIAIO

0
306

Veglia funebre per i ghiacciai, si comincia dal Lys su monte Rosa: è arretrato di 500 metri negli ultimi 30 anni.

Primo di sette appuntamenti fino a domenica, ai piedi del Monte Rosa.
Un centinaio di persone stanno partecipando alla ‘veglia funebre’ per il ghiacciaio del Lys,in Valle d’Aosta,  il primo dei sette ‘requiem’, in programma da venerdì a domenica, organizzati da Legambiente. Diverse famiglie, ma anche molti giovani sono arrivati a Gressoney-La-Trinité, ai piedi del Monte Rosa, dalla Valle d’Aosta, dal Piemonte e dalla Lombardia. Dopo una camminata di due ore, hanno raggiunto il ghiacciaio che negli ultimi 30 anni è arretrato di quasi 500 metri.

“Ci sono anche partecipanti arrivati da Roma, oltre a una signora inglese. Il ghiacciaio è un emblema di ciò che sta capitando”, spiega Vanda Bonardo, responsabile nazionale di Legambiente Alpi. Ad anticipare la veglia, sono stati gli interventi dei presenti, tra cui esperti dell’Università di Torino e dell’Arpa della Valle d’Aosta, e la ‘musica per il ghiacciaio’, con il suonatore di corno delle Alpi Martin Mayes.