CODE INTERMINABILI ALL’OASI ECOLOGIACA

0
251
code interminabili

Basta code. Già di prima mattina recandosi all’Oasi ecologica ci si trova di fronte ad una coda interminabile di auto. Due ore ordinatamente in attesa per entrare in un’area all’aperto con indosso la mascherina e senza scendere dalla macchina. Come mai un cittadino alla volta? Qualcuno in città si domanda se per caso il “Covid sia diventato un pretesto per lavorare meno”. Una testimonianza:”L’operatore resta nel container e l’utente getta da solo i rifiuti senza nessun sostegno. Che sia uomo, donna, giovane o anziano il servizio è assente”. Non solo, alcuni rifiuti sembra non vengano accettati, parliamo di rifiuti speciali come i toner delle stampanti e di copertoni di biciclette. Agli abitanti di Cerveteri resta la responsabilità di smaltirli correttamente in qualche modo e in qualche luogo. Un problema ripetutamente denunciato all’amministrazione dai cittadini e dai consiglieri di opposizione ma che ancora non trova risposta.