Cimiteri Cerveteri, emergenza sicurezza al Sasso

0
335
cimitero sasso

Incursioni notturne nei cimiteri.

logo lega salvini premier

Andiamo per ordine cronologico, nel 2003 Guido Rossi inizio’ il dibattito sull’esiguità dei loculi e i posti a terra, in data 09 Marzo 2017, durante un funerale al Sasso, Menasci Lega, raccolse le testimonianze dei familiari ed esplose l’annosa questione dei cimiteri di Cerveteri perchè gli stessi erano finiti, chiedemmo in coro tra tutti i personaggi politici del centro destra all’Amministrazione Pascucci, di voler provvedere a velocizzare le procedure previste per ampliare il cimitero conosciuto da tutti come “nuovo” ovvero via dei Vignali, invece caro Sindaco, lei ha preferito la via della gestione tramite privati.
A Marzo del 2019, sempre fiduciosi del confronto politico, Piergentili e esponenti di Fratelli d’Italia, hanno ritentato nel farla ragionare caro Sindaco, coinvolgendo la popolazione e informandola su come si poteva risolvere.
Nel 2020, la misura era colma, su quattro cimiteri è disponibile, solo quello del Sasso, peraltro quasi al collasso.
cimitero Sasso
I cittadini delle frazioni come Valcanneto, I Terzi o San Martino e Ceri di Cerveteri, non vogliono seppellire i loro cari lì perchè troppo lontano, per tale motivo le cremazioni sono in notevole aumento, si sapeva che il project financing così come proposto non sarebbe andato in porto per alcune presunte illegittimità e ora a farne le spese saranno come al solito le persone.
Sindaco, la costruzione del cimitero in projet financing é stato talmente dibattuto da occupare pagine di giornali, volantini elettorali e discussioni su Facebook con accuse, smentite e addirittura minacce di querele.
L’allora consigliere comunale Anna Lisa Belardinelli Fratelli d’Italia, infatti, aveva detto che non ce n’era bisogno perché c’era l’autorizzazione della Soprintendenza ai Beni Culturali per la costruzione di circa 300 loculi presso il cimitero di via dei Vignali e aggiungo che l’avete fatta scadere!!!.
Venendo ai giorni nostri, esattamente nel mese di novembre 2023 sono stati stanziati centinaia di migliaia di euro per cominciare a sistemare le tante necessità sopra descritte, ma oltre i problemi legati alle insufficienze infrastrutturali continuano a esserci le incursioni notturne nei cimiteri, gente che entra e esce in piena notte(spaccio di droga?), i cancelli dei cimiteri del Sasso lasciati aperti,
Caro Sindaco, infine, come si dice a Roma, c’ha provato a privatizzare i morti, ora basta, faccia riprendere l’iter dell’ampliamento presso il cimitero di via dei Vignali e dia la giusta pace ai nostri defunti.
Coordinatore Lega Cerveteri Menasci Roberto