CERVETERI, SCUOLABUS: “Facciamo chiarezza” – Mamme Etrusche

0
789
scuolabus

“Gli scuolabus dovevano essere tutti nuovi dal 08.01.2016, così non è stato, lo accertiamo con la collaborazione dei vigili urbani il 7 aprile 2017. Ad oltre 18 mesi dall’entrata in servizio della nuova ditta”.

Di ieri la notizia, da parte dell’amministrazione Pascucci, dell’acquisto di 5 scuolabus da parte dell’azienda incaricata al trasporto scolastico nel comune di Cerveteri. Informazione non sfuggita all’associazione volontariato Mamme Etrusche, che nella persona di Francesca Toto, replicano quanto segue:

«È doveroso da parte nostra dare una corretta, ma soprattutto completa, informazione a tutti i lettori  che pensano che con il comunicato del vicesindaco Cenerilli, e, sindaco Pascucci, di aver ottenuto dei vantaggi per il servizio scuolabus e la cittadinanza, invece così non è.
La Fratarcangeli Cocco, che è l’attuale gestore per lo scuolabus, vince l’appalto  con 90 punti su 100 per aver proposto migliorie nel servizio consistenti in 25 scuolabus e assunzione di 50 persone.
Dichiara in sede di offerta di gara ben 17 scuolabus Mercedes nuovi di fabbrica e 8 IVECO come riserve con immatricolazione tra il 2012 e 2013.
Era il dicembre 2015. Sono quasi oltre 4 anni.
Chi di voi ha mai visto questi scuolabus prima ? NESSUNO.  Entrano in servizio SOLO 18 LINEE. Gli utenti scontenti cancellano i figli e si ha un drastico crollo delle iscrizioni al servizio.

Perché i tanto “decantati” Befera e Mecozzi, sottoposti a con la M.G. Rossi (ex RUP) e S. GALIOTO (ex Dirigente) dell’ufficio pubblica istruzione NON hanno PRETESO LE 25 LINEE , e non hanno verificato per tempo l’effettiva consrgna degli scuolabus nuovi – come afferma il capitolato d’appalto all’art.22, non ci sono verbali dei quattro signori – dall’inizio del servizio 08.01.2016 a tutto aprile/maggio 2017 ?

La seconda classificata UNA ATI PROPONE 23 scuolabus nuovi ma prende un minor punteggio e per UN SOLO PUNTO di differenza (89/100),  ma ci sarebbe costata ben 700.000 mila euro in meno.
L’annuncio di ieri di 5 scuolabus MERDECES NUOVI ci fa indignare ed a dimostrarlo, compatti con noi, ci sono i genitori che non hanno rinnovato l’iscrizione dal 2017 in avanti.
A meno di 10 mesi dal termine del contratto d’appalto, con grave perdita economica per l’ente derivante da un servizio pagato non erogato, è dalle mancate sanzioni previste nel Capitolato d’appalto vorrebbero farci credere che è tutto sanato. Ma non è così.
Ci complimentiamo unicamente con il nuovo Dirigente dr. Antonio Lavorato, un professionista attento alle regole. Vedasi richieste della Autorità Anticorruzione 06.09.2019 per Mamme Etrusche e trasmesse al Comune.
A lui va il merito  di aver richiesto quanto doveva essere in servizio già dal 24 marzo 2016.I bambini prima di tutto, anche se non votano !  Non si strumentalizzano i servizi a scopo consensi elettorali !I consiglieri Ramazzotti, Belardinelli, Piergentili e Falconi vadano avanti con la diffida per le mancata risposta ad interrogazione scritta in consiglio comunale. Vogliamo che siano applicate le sanzioni per gli scuolabus vecchi fuori dall’età media concordata in  gara e la mancanza di cinture.. Mettersi in regola (In parte) dopo 18 mesi , non è serio e va censurato ed i contribuenti rimborsati.

E li ringraziamo per il loro impegno.  NESSUN BAVAGLIO .

#verbalepolizialocalescuolabuscerveterifratarcangelisenzacinturesicurezza #codiceappaltiomessocontrolloinizialeAnac #appaltiscuolabuscerveterifratarcangelicocco

scuolabusAllegato il primo verbale che vi chiediamo di pubblicare così come lo inviamo, precisando che la signora Befera dell’uff.P.I. si trovava lì perché noi associazione avevamo effettuato una Email di segnalazione giorni prima, ed avevamo incontrato più volte Scarpellini, a tutti i preposti, vigili inclusi. Possono confermare l’ex comandante vigili urbani Scarpellini e l’ex segretario generale M.L. Cogliano».

Francesca Toto
Delegata del Consiglio Direttivo
Associazione volontariato
Mamme Etrusche