CERVETERI RUNNERS, MARCO RESTUCCIA CAMPIONE ITALIANO

0
367
Cerveteri runners

OTTIMA PROVA DEL CORRIDORE ALLENATO DA LOREDANA RICCI CHE NON STA NELLA PELLE: «UN GIORNO MEMORABILE PER TUTTI NOI »

Non era al meglio della condizione. Un infortunio alla vigilia lo aveva messo quasi al tappeto. Lui però, ragazzo 17enne della Runners Cerveteri, non si è abbattuto e ha fatto di tutto per essere in gara ai campionati nazionali di Rieti aiutato dalla sua allenatrice e dai compagni.

Cerveteri runners

Il testimone che scotta, la paura di non farcela per il pensiero di quel fastidiosissimo problema muscolare. E invece il ragazzo di Cerveteri è andato via come un treno sganciando tutti e affidando il “bastone” all’ultimo sprinter. Alla fine grande vittoria per Marco Restuccia e per gli altri compagni della Rcf (Radio Città Futura), unione tra diverse società di atletica tra cui appunto la Runners etrusca. Non c’è stata storia nella 4×400 che si è disputata allo stadio Guidobaldi di Rieti valevole per il campionato italiano.

Nella categoria Allievi, Restuccia ha concluso il suo tempo in 50 secondi. Una scheggia per tutti gli avversari, tra cui Universitaria Rieti e Pro Sesto. Non sta nella pelle la sua allenatrice. «Un giorno memorabile per tutti noi – commenta Loredana Ricci, presidentessa anche dei Runners – ci siamo emozionati, abbiamo pianto. Con lavoro e passione si possono raggiungere questi risultati contro formazioni di un certo calibro del panorama nazionale». Eppure alla vigilia la tensione era alta. Marco Restuccia proveniva da un brutto infortunio in pista. Forse complice anche il lockdown e il lungo periodo senza allenamento, il corridore ha subito uno stiramento al quadricipite. Non era affatto sicura la sua iscrizione alle fasi finali di Rieti. «Lui per primo ci ha creduto – aggiunge Loredana Ricci – e nel ritiro estivo di Bisceglie in Puglia abbiamo cercato di recuperarlo ad ogni costo. Marco è stato bravo, non si è fatto prendere dall’ansia. Solo quattro anni fa praticava nuoto, poi ha scelto l’atletica».

Cerveteri runners

Ha rischiato di lasciare il segno anche l’ottima Elisa Marcovaldi nel salto in alto. «Si è comportata benissimo – ammette sempre la trainer di Cerveteri – e soltanto per un soffio non è riuscita ad approdare alla finale. Per lei, che è allenata dal tecnico Gianni Pirone, è il primo anno di Allievi, sono certa che avrà modo di lasciare il segno. Non smetterò mai di credere che l’impossibile sia possibile».

Prima di Rieti i ragazzi della Runners si erano fatti notare nell’impianto Paolo Rosi di Roma. Acuto vincente di Elisa Marcovaldi nel salto in alto. Gara impeccabile nei 500 metri di Andrea Scalella terzo assoluto nella categoria “Ragazzi”. Gare non valide per il titolo regionale ma comunque utilissime per testare muscoli e testa in vista degli impegni più importanti come quelli di Rieti appunto. Ottimo anche Francesco Bargiacchi nei 200 ed Emanuele Curci negli 800. Vicino al record personale Alessio Pardo nei 150 metri così come la compagna Veronica Lombardi. Miglior prova nei 100 invece per Giada Zarlenga e Silvia La Bella mentre da registrare anche il quinto posto di Veronica Gaggi all’esordio assoluto nei 150 metri. Merito anche di un gruppo unito e che si è amalgamato in Puglia. Il 23 settembre test di prestigio riservato al ricordo di Pietro Mennea.