Caos sulle strisce blu, il comune di Cerveteri si prepara alla retromarcia?

0
1630
Le strisce blu in piazza Moro a Cerveteri
Le strisce blu apparse in piazza Moro a Cerveteri

Avete presente quando un’amministrazione prima assume una scelta impopolare, poi se ne rende conto, infine si incarta da sola?E’ quello che sta accadendo a Cerveteri dove sull’assurda decisione di introdurre i parcheggi a pagamento nel centro storico si stanno rincorrendo voci, illazioni ed indiscrezioni. Alimentate dal fatto che, a distanza di oltre un mese dalla comparsa delle strisce blu in Piazza Aldo Moro e P.zza dei Tarquini, Via Ricci, Via Piave, il Centro Storico della Boccetta, Via Sant’Angelo, Via della Necropoli, Via Diaz, Via Settevene Palo tra via Ceretana e Via Ammazzalamorte, e Via Col di Lana, i lavori si sono bloccati.

A Cerveteri voci se ne rincorrono molte, c’è chi dice che il comune ha capito quanto fosse iniquo far pagare la sosta ai residenti, altri dicono che la rabbia dei commercianti avrebbe spaventato l’amministrazione, qualcuno sussurra che ci siano delle inesattezze nella gara di appalto assegnata ad una ditta privata. In questa confusione, che si spera possa nascondere il pentimento dell’amministrazione per la corbelleria fatta, ad alimentare le chiacchiere sono arrivate in queste ore le dichiarazioni rilasciate dal Vice sindaco, Giuseppe Zito, ai colleghi di Baraonda. Secondo Zito il blocco della situazione “Sarebbe causato da questioni. La prima è che tra pochi giorni inizieranno i lavori per completare il restyling del Centro storico e siamo in attesa di capire come verrà organizzato il cantiere. La seconda motivazione è legata alla recente nomina del nuovo DG della Multiservizi Caerite, prof. Alberto Manelli. Insieme a lui e all’amministratore Unico Ricci, vogliamo capire se sarà possibile gestire i parcheggi a pagamento attraverso la partecipata del comune”.

Sì avete letto bene, il comune prima appalta un servizio, la ditta vincitrice realizza gli stalli, le strisce blu e prepara le macchinette per l’emissione dei biglietti, poi improvvisamente il comune annuncia che forse i parcheggi a pagamento saranno gestiti dalla Multiservizi.

Ed il privato che ha vinto la gara?

Insomma il caos regna sovrano. Ma non sarebbe più facile dire ci siam sbagliati, addio alle strisce blu?