Bracciano, parco: alla coperta del mondo delle api

0
126
api

Il Laboratorio Verde Bracciano – Anguillara di Fare Ambiente ha incoronato le sue prime tre api regine all’interno del parco dell’Università Agraria di Bracciano.

L’apiario appena installato rappresenta un piccolo contributo per la tutela della biodiversità del parco, ed un mezzo pratico per arricchire il programma di sensibilizzazione ambientale rivolto alle classi di primaria e secondaria delle scuole di Bracciano ed Anguillara che ha preso il via all’inizio di quest’anno.

A partire dal prossimo autunno, con l’aiuto di un’arnia trasparente da osservazione, sveleremo ai giovani studenti la perfezione del mondo e della vita delle api.   

Come tristemente noto, le api selvatiche, così come altri insetti impollinatori, stanno scomparendo a causa dell’inquinamento ambientale e del cambiamento climatico. La diversità biologica di piante e animali selvatici rischia il collasso e molte colture agricole sono seriamente in pericolo.

Come volontari di un’associazione ambientalista, Fare Ambiente, oltre che Guardie Zoofile, sentiamo la responsabilità di agire coerentemente con i valori in cui crediamo.

Da questa considerazione, è nata, circa un anno fa,  l’idea di diventare custodi di alcune famiglie di api. Durante i mesi scorsi, i volontari che si prenderanno cura  dell’apiario hanno seguito un corso di formazione professionale per prepararsi ad affrontare con serietà e professionalità la cura delle famiglie.

Occuparsi degli animali, a qualsiasi specie essi appartengano, richiede amore e responsabilità, ma anche un’approfondita conoscenza. Senza un’adeguata preparazione, si rischia di commettere errori che possono compromettere il benessere degli animali, fino a costare loro la vita.

Il Presidente del Laboratorio Verde, Andrea Mariani, ringrazia l’Università Agraria di Bracciano ed il suo Presidente, Angelo Alberto Bergodi, per l’ospitalità nel parco.