Arrivano le pensiline alla stazione ferroviaria di Cerenova

0
2185
 
“Nella notte tra lunedì 5 e martedì 6 marzo RFI – Rete Ferroviaria Italiana aprirà i cantieri per l’installazione di pensiline anti-pioggia e anti-sole a servizio dei pendolari presso la Stazione ferroviaria di Marina di Cerveteri”. Lo ha dichiarato con soddisfazione il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci.

Questo importante intervento si inserisce in un contesto di grande attenzione della Regione Lazio di Nicola Zingaretti per il trasporto pendolare tra la provincia e Roma, con forti investimenti sul trasporto ferroviario e sul trasporto su gomma.
“Da sindaco e da pendolare devo dire che non era più accettabile che una Stazione come quella di Marina di Cerveteri, che quotidianamente accoglie migliaia di pendolari e passeggeri fosse ancora sprovvista delle pensiline. Spesso – ha continuato Pascucci – siamo stati costretti ad attendere i treni sotto un sole cocente in piena estate o sotto la pioggia battente in inverno senza nessun riparo”. 
“Erano anni che chiedevamo questo intervento. Abbiamo scritto lettere, inviato solleciti, partecipato a riunioni con la dirigenza. Finalmente avremo le pensiline. Devo ammettere che l’impegno che RFI aveva preso nei nostri confronti di far partire i lavori all’inizio del 2018 è stato rispettato. E per questo li ringrazio”. 
“La Stazione ferroviaria è il biglietto da visita di ogni città – prosegue Alessio Pascucci – Nel nostro primo quinquennio l’attenzione ai pendolari è stata molto alta. Avevamo ottenuto un primo intervento strutturale sulla stazione da parte di RFI, fatto istallare la prima emettitrice automatica per i biglietti, avevamo realizzato il parcheggio di via Perusia, fatto mettere in sicurezza il vialetto di accesso lato Campo di Mare e soprattutto aumentato le corse di pullman per le coincidenze con i treni”. 
“Ma senza le pensiline – ha concluso Alessio Pascucci – sembrava che fossimo nel medioevo. Ringrazio di cuore l’assessora Elena Gubetti che mi ha affiancato in questa importante attività. Gli interventi sulla stazione non si fermeranno. Dobbiamo garantire l’accesso alle persone diversamente abili lato Campo di Mare, rivedere la circolazione stradale nelle aree adiacenti la stazione e, soprattutto, il nostro sogno è quello di aprire un punto di informazione turistica proprio alla stazione. C’è molto da lavorare ancora. E non ci fermeremo”.