Anguillara: partita la macchina della solidarietà

0
294

I buoni, in base alla convenzione fatta dal Comune di Anguillara, possono al momento essere spesi presso quattro supermercati Conad, Pewex, Carrefour e Tuodì.

di Graziarosa Villani

Anche sul lago si è messa in moto la macchina in sostegno delle famiglie in difficoltà economica. Ad Anguillara è iniziata il 15 aprile la distribuzione dei buoni spesa dopo la raccolta delle richieste tramite un modulo di autocertificazione con il quale si poteva attestare la propria situazione economica contingente. Il Comune di Anguillara, retto ora, dopo la caduta del sindaco pentastellato Sabrina Anselmo, dal commissario prefettizio Gerardo Caroli, ha stanziato come prima tranche una somma di euro 199.500 per acquisto di buoni spesa utilizzabili dai beneficiari per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità. A questa somma si sono aggiunte raccolte da due organizzazioni di solidarietà de terzo settore. La somma ulteriore proveniente da contributi di cittadini è stata di euro 11.733,48 complessive. 5.866,74 euro raccolte dall’Associazione di Volontari per la Protezione Civile “Gruppo Sabazia” e 5.866,74 raccolte dalla Croce Rossa Italiana Comitato di Sabatino.

A distribuire materialmente i buoni al domicilio delle famiglie interessate sono stato i volontari del Gruppo di Protezione Civile Sabazia al quale hanno aderito, in questa fase di grande emergenza, anche carabinieri in congedo. I buoni, in base alla convenzione fatta dal Comune di Anguillara, possono al momento essere spesi presso quattro supermercati Conad, Pewex, Carrefour e Tuodì. Con una recente delibera il Comune di Anguillara si appresta inoltre ad erogare ulteriori fondi per 39.900 euro per l’acquisto del secondo quantitativo di buoni spesa per generi alimentari e prodotti di prima necessità allo scopo di consentire un sostegno economico immediato alla famiglie in situazioni di contingente indigenza economica derivante dall’emergenza epidemiologica Covid19 a favore di Edenred Italia con sede in Roma.

Graziarosa Villani