VITA, SARA CUNIAL SI APPELLA ALLA RESISTENZA ITALIANA

0
3045
Lista Vita

MONTANARI E LA SCIENZIATA GATTI TRA I CANDIDATI. MARTUCCI: “PORTIAMO LA LOTTA AL 5G IN PARLAMENTO”

Roma, nella sede della Stampa Estera in Italia, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della lista politica VITA, lista unitaria delle forze coerenti del dissenso, unite per le elezioni politiche del 25 Settembre 2022. “Dalla mobilitazione permanente
e dalla protesta nelle piazze d’Italia, adesso tutti uniti fino al Parlamento per riprenderci ciò che ci appartiene” è l’appello di Sara Cunial alla resistenza italiana. “Nel profondo rispetto e cura per la VITA, la lista è nata per costruire una nuova comunità sociale e politica di esseri umani coscienti e consapevoli, per mettere i migliori talenti a disposizione della comunità nazionale, creando le basi di un futuro saldato sui valori inviolabili di libertà di scelta,
autodeterminazione, diritti naturali ed ecosistema”.

Alla presenza dei fondatori Sara Cunial parlamentare indipendente, Davide Barillari consigliere regionale, Luca Teodori movimento 3V, Maurizio Martucci Alleanza italiana Stop 5g, Edoardo Polacco Sentinelle della Costituzione e Paolo Sensini No Paura Day, nell’ambito della presentazione del programma elettorale è stata annunciata anche la candidatura del
ricercatore Stefano Montanari e della nota scienziata Antonietta Gatti. Tra i sostenitori di VITA, insieme a numerosi coordinamenti, gruppi e associazioni di cittadini nate per contestare i Governi Conte e Draghi, anche Gianni Rivera ed Enrico Montesano.
“Porteremo i temi della lotta al wireless, al 5G e al transumanesimo fin dentro il Parlamento – ripete Maurizio Martucci – chi si asterrà dal voto non farà altro che alimentare un sistema marcio che VITA intende scardinare dall’interno. Non provarci e non votare, significa girare le spalle alle giovani generazioni.
Agisca chi è consapevole e responsabile, siamo ad un passo dal punto di non ritorno”.
Massimo comun demominatore di questa lista è la coerenza con cui tutti i suoi candidati si sono battuti contro la dittatura tecno sanitaria fin dai suoi esordi, esordi che risalgano a marzo 2020 quando il Governo Conte 2 con la complicità del Parlamento privò della
libertà personale 60 milioni di italiani, facendo strame dei diritti essenziali e provocando enormi danni sia sul piano della salute pubblica che su quello economico e sociale. Tra gli obiettivi principali il ripristino di tutti i diritti costituzionali, per l’abrogazione “di ogni
norma emanata in violazione dei diritti umani e in contrasto con i principi originari e spirituali della vita”, nonché “l’abolizione di ogni ricatto sanitario e terapeutico come l’obbligo vaccinale per ogni fascia di età e per tutte le categorie professionali e sociali.

Stop ai sistemi di ingegneria sociale, sorveglianza e controllo, di premialità e credito sociale. Rispetto e garanzia di tutti i diritti naturali e costituzionali. Libertà di movimento e spostamento della persona senza restrizione emergenziale.
Libertà e diritto al lavoro e allo studio come attitudine del proprio talento personale e professionale finalizzato al bene comune. Diritto e salvaguardia della proprietà privata, inviolabile”.
Per saperne di più sul programma: votalavita.it