Una Lazio senza alcuni titolari cerca 3 punti preziosi stasera a Cipro

0
81

In molti stanno sottovalutando la gara di questa sera con l’Apollon Limassol.Convinti che la qualificazione ottenuta al prossimo turno di Europa League permetta di andare a Cipro a fare una scampagnata. Concedendo spazio a giocatori impiegati poco finora dal mister Inzaghi. In realtà la Lazio rischia di commettere un errore fatale in prospettiva europea. Sul campo dell’Apollon Limassol alle ore 21 bisogna vincere per una serie di motivi, sia tecnici che economici. Tornare dall’isola con tre punti significherebbe avere ancora delle speranze di classificarsi al primo posto del girone, un piazzamento fondamentale in vista del prossimo turno quando in Europa League piomberanno anche le eliminare dai gironi della Champions League. Ed osservando l’andamento della coppa più importante, ci si rende conto che potrebbero arrivare delle vere e proprie corazzate. Classificarsi al secondo posto vorrebbe dire un sorteggio difficile ed evitare anche le prime classificate degli altri 11 raggruppamenti di Europa League. E’ vero che la Lazio, oltre a vincere a Cipro deve sperare questa sera in un passo falso dell’Eintracht Francoforte col già eliminato Marsiglia. Altrimenti i bianco celesti dovranno vincere con tre goal di scarto contro i tedeschi all’Olimpico nell’ultima gara della fase a gironi. Discorsi prematuri se la Lazio non vince a Cipro.

Anche a livello economico riveste un ruolo importante. La Lazio in queste prime 4 giornate ha già raccolto 5 milioni e 130 mila euro. Ben 2,92 come gettone di partecipazione all’Europa League, 3 vittorie da 570 mila euro, e ulteriori 500 mila per la sicurezza del secondo posto. Ci sono in ballo ancora circa 2 milioni di euro tra primo posto e possibili ulteriori vittorie, cifre importanti per una società così attenta alle casse come la Lazio.

Certo è che a leggere il prevedibile turn over deciso da Inzaghi c’è poco da stare sereni. Dovrebbero rimanere fuori molti titolari, la formazione dovrebbe essere  Proto; Bastos, Acerbi, Luiz Felipe; Caceres, Murgia, Cataldi, Berisha, Durmisi; Correa; Caicedo. A disp.: Guerrieri, Wallace, Armini, Lulic, Badelj, Rezzi, Rossi. All.: Inzaghi.

Dopo Cipro proseguirà il tour de force con 9 partite in 34 giorni. Ad iniziare dalla non facile trasferta di domenica alle ore 18 sul campo del Chievo Verona.