Un pò parrucchiera, un pò ladra a domicilio a Ladispoli

0
596
foto di repertorio

Di professione faceva la parrucchiera a domicilio, ma per “arrotondare” qualcosina in più, oltre al taglio metteva a segno dei veri e propri furti all’interno delle abitazioni delle clienti.Una delle vittime, una donna di 93 anni di Ladispoli, residente al Messico.

La figlia dell’anziana signora ha deciso di sporgere denuncia dopo aver notato – come riportato da Il Messaggero – delle strane “assenze” in camera da letto della madre.

A insospettirla, in particolar modo l’assenza di una collanina con la Madonnina che il padre aveva regalato alla moglie.

La 93enne era solita portarla sempre.

E così la figlia dell’anziana avrebbe deciso di installare delle telecamere in casa della madre, grazie alle quali ha scoperto il ladro…. o meglio la ladra…

Una signora di quasi 50 anni, residente a Cerveteri.

Da qui è scattata la denuncia ai Carabinieri ed è scattata la “trappola”.

La donna ha contattato nuovamente la parrucchiera “infedele” per tagliare nuovamente i capelli alla madre.

In casa però c’erano anche i Carabinieri.

Quando la parrucchiera è stata ripresa nuovamente a rubare dalle telecamere piazzate in casa, sono entrati in scena i militari che l’hanno arrestata in flagranza di reato.

La refurtiva probabilmente non sarà mai ritrovata.

A quanto pare infatti l’oro e l’argento sottratto, compresa la Madonnina sono stati venduti in cambio di denaro.

Ovviamente non si esclude che oltre alla malcapitata 93enne,. ci siano altre vittime tra Ladispoli e Cerveteri.

La donna è comparsa davanti ai giudici del tribunale di Civitavecchia. Il giudice ha proceduto con la liberazione e ora si procederà con il processo ordinario.

fonte baraondanews