TORRE FLAVIA, AVVISTATO UN GRANCHIO BLU: È IL TERZO NEL LAZIO

0
478
granchio blu

Un granchio “alieno” sulla spiaggia di Ladispoli?

Tutto vero, è di colore blu, lungo più di 20 centimetri, è uno dei primi rinvenimenti registrati
in Italia ed è stato trovato a Ladispoli, nel canale che sfocia presso la spiaggia di Torre Flavia. Si tratterebbe del terzo avvistamento nel Lazio. Come ci sia finito questo non è ancora nota ma è grazie a cinque bambini, Davide, Elisa, Samuele, Arianna e Riccardo che è stato possibile individuare il grosso crostaceo.

Subito è partito l’allarme e sul posto l’altra mattina sono arrivati gli esperti. «È un incredibile scoperta diciamo – parla Corrado Battisti, gestore dell’oasi per conto di Città metropolitana di Roma Capitale – si tratta di una specie alloctona e probabilmente è il primo nel Lazio. Ringraziamo i nostri piccoli amici naturalisti. Segnaleremo senz’altro l’animale al mondo scientifico». La larghezza del suo guscio nei maschi può superare i 23 centimetri, in linea perfettamente con l’ospite di Ladispoli e 20 nelle femmine. «Questo granchio è un predatore – prosegue Battisti – che si nutre di cozze, vongole, telline, ostriche ma anche di crostacei e pesci più piccoli». Al momento è stato inserito in un’apposita vasca in attesa di ulteriori valutazioni.

Non è la prima volta che a Torre Flavia spuntano fuori animali esotici. Era accaduto tempo fa anche con le Trachemys scripta, o meglio tartarughe palustri americane. Altro rebus sul perché siano arrivate a Ladispoli. Nel corso del tempo si sonomoltiplicate tanto da spingere ricercatori e studiosi ad intervenire per recuperare decine e decine di tartarughe aliene estranee.