Tifosi dell’Atalanta domani alla stazione di Ladispoli? In città serpeggia preoccupazione

0
1575

Premettiamo subito che si tratta di una notizia non ufficiale. Che non ha ancora avuto conferme. Ma nemmeno smentite.Da qualche ora circola a Ladispoli la notizia secondo cui domani, mercoledì 15 maggio, alcuni treni con a bordo i tifosi dell’Atalanta diretti a Roma per la finale di Coppa Italia con la Lazio, si fermerebbero alla stazione di Ladispoli. In particolare sembrerebbe convogli provenienti dalla Toscana. La notizia ha creato allarme, molti temono il peggio considerando che di pomeriggio alla stazione ferroviaria di Ladispoli arrivano migliaia di pendolari di ritorno dalla capitale. E che soprattutto su quei treni saliranno anche tifosi della Lazio con sciarpe e bandiere diretti a Roma. Oltre ai viaggiatori consueti. Immaginate lo scenario, in una stazione che attualmente è un cantiere a cielo aperto per i lavori di ristrutturazione, in cui i pendolari, compresi tifosi della Lazio diretti a Roma, si incontrano con la massa di sostenitori bergamaschi sui treni.  Vero che i fans lombardi saranno scortati dalla polizia, ma la situazione appare veramente a rischio. Da giorni infatti si vocifera che è una gara a rischio, a Roma arriveranno almeno 20 mila tifosi dell’Atalanta, occorre la massima attenzione per evitare scontri. La questione è molto seria, i cittadini di Ladispoli sono legittimamente preoccupati, sembrerebbe addirittura che sarebbe stato consigliato ad alcune attività commerciali della zona della stazione di piazzale Roma di abbassare le saracinesche al passaggio dei tifosi lombardi. Notizia anche questa non ufficiale. Di confermata c’è invece la preoccupazione dell’amministrazione comunale di Ladispoli, il consigliere Giovanni Ardita ha infatti diffuso questa lettera che oggi pomeriggio ha inviato ai dirigenti delle Ferrovie dello Stato.

“Si chiedono notizie in merito all’arrivo di treni speciali “tifosi Atalanta”, che in occasione della partita finale Tim “Lazio-Atalanta”  sosterranno alla stazione di Ladispoli mercoledì 15 maggio per trasportare i tifosi attraverso dei bus allo stadio olimpico di Roma. Per motivi di sicurezza, si prega di mettere a conoscenza il Sindaco Alessandro Grando, se la vostra direzione competente di RFI confermerà la notizia”.

La lettera solleva anche un problema di rispetto istituzionale che, se tutto fosse confermato, sarebbe molto deprecabile. Non è infatti accettabile che, per un evento che porrebbe palesemente a rischio l’ordine pubblico di pomeriggio in una zona molto frequentata come la stazione ferroviaria, nessuno si sia degnato di avvisare l’amministrazione comunale, la polizia locale e forse nemmeno le forze dell’ordine.

Speriamo vivamente che arrivi la smentita, ma in questo momento, sono le 20,00 del 14 maggio e nessuno ha ancora detto nulla.