Scrivilo a L’Ortica: il messaggio di maggio

0
437
messaggi

Diamo voce ai tuoi pensieri.

From:Alfonso Capone
To: Reinaldo Santiago

 

«Caro Reinaldo,

ho letto la tua bella intervista su L’Ortica della scorsa settimana. Pur abitando uno di fronte all’altro, in quel di Cerveteri, riusciamo a vederci poco, perciò ho deciso di scriverti proprio oggi che il Mondo festeggia il Primo Maggio.

In questo giorno, Sessantaquattro anni fa, io arrivavo a Roma, poco più che ventenne, pieno di sogni e di speranze dei quali sono sempre gonfi i cuori dei  giovani, con tanta voglia di lavorare ma pieno di smania di conoscere una Città che mi aveva stregato l’anima.

Fui fortunato:  conobbi una Donna splendida insieme alla quale, in trent’anni, mettemmo al mondo quattro stupendi  figli ed io ben presto, nutrendomi di ”Pane e Lavoro”, poco per volta, riuscii a dimenticare il mare ed il cielo meravigliosi che avevo lasciato sulla Costa Amalfitana.

Nell’ambiente del mio lavoro mi chiamavano ”il Napoletano” con un chiaro, malcelato sottofondo razzista e qualche falso-sorridente invito come  “tornatene a casa tua”……Ma resistetti, caro Rei; tenni duro e la vita mi premiò donandomi Dieci splendidi Nipoti belli come il Sole.

Vedi, le tue confessioni mi hanno spronato a condividere con te e con i lettori di questo coraggiosissimo giornale, i ricordi belli di una vita, tralasciando, volutamente, gli episodi tristi. La Vecchiaia, della quale non mi vergogno, non mi ha tolto la voglia della ricerca di un futuro carico di un po’ d’Amore persistendo quello per l’Arte, la Musica, la Conoscenza. Ti confesso, amico mio, sto pensando: rimedio un ombrello e me ne vado al Concertone di San Giovanni…

Buon Primo Maggio Reinaldo, a te ed alla dolce tua Compagna di vita Virginia».
Alfonso Capone

Cerenova Primo Maggio 2023