“Può succedere di tutto” al teatro Prati di Roma

0
873

Continuano gli spettacoli di successo al Teatro Prati di Roma.

Dal 16 dicembre, e fino al 29 gennaio, andrà in scena la commedia “Può succedere di tutto”, opera in due atti scritta e diretta da Fabio Gravina.

La trama è molto accattivante.

Una coppia ben assortita: Giuseppe, geometra romantico e fatalista, e Giuditta, casalinga razionale e concreta, crescono la loro unica figlia, Lucia, con sacrifici e amore quando la “piccola” torna a casa incinta di un milanese benestante e… sposato! Cosa fare? Il geometra spera nell’eredità di una vecchia zia con cui potrebbe sanare i suoi (molti) debiti e pensare anche alla “piccola pulcina che farà i pulcini…!”. Giuditta, la casalinga, teme di non trovare, da parte della famiglia del “milanese”, comprensione e sostegno. In effetti perché dovrebbe? Lucia, “la pulcina”, crede nel grande amore e nella vita che sta crescendo dentro di lei… Molti altri i personaggi che intervengono a complicare una situazione di per sé già al limite del dramma: Nicola, un avvocato in subaffitto e semi alcolizzato; Antonio Caputo, un vedovo rancoroso e inquietante; due gemelli (Polifemo e Alicanto) che tutti preferiremmo avere come amici e non come nemici! E per ultima, non per importanza, la sprezzante Signora Giacovazzi da Milano… Il tema principale si intreccia con nuove e personalissime “urgenze” sfiorando a volte il paradosso e coinvolgendoci con sorprendente comicità. La brillante commedia di Fabio Gravina si interroga sull’importanza dei rapporti interumani e sul valore della vita in sé, rivelandosi ad un tempo sconcertante, attualissima e assolutamente originale.

Info: Via degli Scipioni, 98 – 00192 Roma

06.39740503