“Punta di Palo, ennesimo regalo di fantasmi del passato”

0
730
sindaco

“Il Movimento 5 stelle la smetta di fare beceri ed inutili comunicati stampa caratterizzati solo da slogan, insinuazioni e insulti”.

Con queste parole il sindaco Alessandro Grando ha risposto alla presa di posizione dei penta stellati di Ladispoli in merito alla lottizzazione a Punta di Palo.

“I titoli ad effetto contro il sottoscritto e la mia maggioranza – prosegue il sindaco – sono diventati oramai un marchio di fabbrica. L’ultimo è stato a dir poco esilarante: “Grazie al Sindaco Grando Ladispoli è condannata a morte!”.

Davvero incredibile!  La prossima volta mi incolperanno di essere la causa del buco dell’ozono e di aver fatto sciogliere i ghiacciai del Polo nord.

L’accusa questa volta sarebbe quella di non aver fatto nulla per fermare l’intervento urbanistico a “Punta di Palo”, un piano di lottizzazione che aveva già espletato tutto il suo iter approvativo prima che arrivassimo alla guida della città, con tanto di permessi di costruire già rilasciati.  Questo il Movimento 5 stelle di Ladispoli lo sa bene, ma preferisce tacere e raccontare un’altra verità, dimostrando tutta la propria malafede.  I numeri forniti sul progetto, poi, sono tutti sbagliati, e questo la dice lunga sull’approssimazione con cui vengono trattati certi argomenti e sul fatto che i grillini non sappiano nemmeno di cosa stanno parlando. Ho chiesto agli uffici comunali di effettuare i dovuti controlli sull’intero iter approvativo e, se ci sono state delle irregolarità, non esiteremo a revocare tutto. Naturalmente l’inizio dei lavori comporterà una accelerazione della procedura di verifica già in atto.  È di poche settimane fa – prosegue Grando – la delibera con la quale abbiamo interrotto l’iter di 6 programmi integrati ereditati dalla precedente amministrazione, su questo il Movimento 5 stelle non ha speso neanche due righe. Evidentemente quando non ci sono appigli per insultarci viene meno il loro interesse a scrivere i comunicati stampa.  Per quanto riguarda le aree turistico ricettive, invece, il Movimento 5 stelle ha finalmente gettato la maschera. In campagna elettorale dicevano di voler destinare l’area di Primo Mantovani al turismo all’aria aperta, ora vogliono fare di tutto per bloccare uno sviluppo di cui la nostra città ha disperatamente bisogno.

Potrei suggerire al Movimento 5 stelle di chiedere direttamente alle imprese di Ladispoli cosa pensano sull’argomento, ma a quanto pare l’ultima volta che hanno chiesto un incontro non si è presentato nessuno! Si mettano l’anima in pace i grillini.  Hanno perso le elezioni, sono rimasti soli e il loro piano per far fallire la nostra città non vedrà mai la luce. Ladispoli ha bisogno di turismo, le imprese del nostro territorio stanno soffrendo una crisi senza precedenti e i cittadini hanno disperatamente bisogno di posti di lavoro. Noi stiamo lavorando per questo, in silenzio, mentre il Movimento 5 stelle non riesce a fare una proposta seria e concreta per il bene della città”.