“Non solo Klezmer”: concerto il 20 maggio ad Anguillara per “Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini”

0
667

Musiche di Weill, Gershwin, Bernstein e Berlin con Mark Hamlyn, Massimo Bartoletti, Massimiliano Tisano e Paul Wimberger

L’armonia suadente dell’arpa della bravissima Barbara Scarselli ha riscosso il plauso del pubblico all’appuntamento del 14 maggio per la rassegna musicale “Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini” in programma ad Anguillara fino al 10 giugno. La bravissima artista, che il direttore artistico Amarilli Nizza ha proposto al pubblico, si è esibita in brani poco conosciuti che, coniugandosi con l’atmosfera della loggia affrescata del Palazzo Baronale Orsini, sul fare del tramonto ha regalato emozioni davvero uniche. 

Appuntamento dopo appuntamento si fa realtà l’intenzione dell’ideatore del progetto, il compianto Federico Buonarroti, che invocava un dialogo stretto tra luoghi e musica. Ed’ è stato l’ultimo concerto al chiuso della rassegna di primavera. 

Sabato 20 maggio alle 20.30 il calendario propone infatti ai Giardini del Torrione il concerto “Non solo Klezmer”. Musiche di Weill, Gershwin, Bernstein e Berlin. Un quartetto che ruota attorno alle figure di Mark Hamlyn e Massimo Bartoletti. Un viaggio musicale annunciato sul quale, per approfondire, abbiamo rivolto alcune domande ai musicisti. 

Massimo Bartoletti, Klezmer è un genere musicale non molto noto al grande pubblico. Quali sono i suoi aspetti fondamentali dal punto di vista musicale?

“Il klezmer è musica di tradizione popolare e di tramandazione anche orale sviluppata nelle comunità ebraiche dell’Europa balcanica e del sud est con evidenti contaminazioni del Medio Oriente. E’ musica principalmente usata per festeggiare matrimoni ma anche funerali. E’ musica con strutture semplici ma con una grande varietà melodica a volte quasi virtuosistica e ancorata a precise e ricorrenti soluzioni armoniche”.

Suonerete ai Giardini del Torrione. Quali emozioni vi dà questo luogo?

“Suonare ai Giardini del Torrione per me ha un significato speciale perché uno dei miei primi concerti (1974) organizzati dal maestro Gastone Tosato si svolse proprio lì e io allora non avevo nulla a che fare con Anguillara, abitavo in tutt’altro luogo”.

Quale sarà la formazione musicale del concerto del 20 maggio?

“La formazione oltre a me è Mark Hamlyn prevede alla fisarmonica Massimiliano Tisano pianista, fisarmonicista, insegnante di Conservatorio e della Associazione Scuola Orchestra e un ospite molto gradito che si chiama Paul Wimberger, cantante viennese con il quale eseguiremo brani di Kurt Weill e altri”.

Il progetto “Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini” si avvale del contributo della Regione Lazio ai sensi dell’Avviso pubblico per il sostegno a progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio ed è organizzato dal Comune di Anguillara Sabazia e dalla Pro Loco Anguillara. 

Appuntamento ad ingresso gratuito su prenotazione all’indirizzo email: atmosferenelpalazzo@gmail.com

In caso di maltempo per comunicare la nuova data i prenotati saranno contattati

Mark Hamlyn: (Rochester, 1958) ha studiato composizione con Joseph Horovitz, trombone con Peter Goodwin e pianoforte con Steven Savage alla Royal College of Music (Londra) dal 1976-79. Ha iniziato la sua carriera come trombonista libero professionista a Londra e successivamente si è trasferito a Roma dove ha lavorato come primo trombone nell’Orchestra Sinfonica della RAI. Come compositore e orchestratore, collabora con Carlo Crivelli e Franco Piersanti per la realizzazione di varie colonne sonore (Ginostra, La Bestia nel Cuore, Il Professore e Al di là delle Frontiere). Con il regista Giacomo Martelli, ha orchestrato e diretto la colonna sonora del film The Listening. Come arrangiatore ha collaborato con Piero Brega per il CD Fuori dal Paradiso, con l’Officina Musicale (suite strumentale da The Dark Side of the Moon) e con D.Short, J.Williams, M.Bartoletti e V.Allegrini (vari arrangiamenti per ottoni). Composizioni originali includono:musica per la televisione (RAI Educational e T.V. tedesca ARD), musica per il teatro (Officina Musicale e Royal Northcott Theatre G:B.), vari pezzi per ottoni, una serie di opere didattiche per pianoforte e musica per accompagnare i film muti: Easy Street e The Adventurer di Charlie Chaplin, pubblicata da Edizione Mulph. Come pianista, suona con l’Orchestra Città Aperta (Chaplin: Tempi Moderni, Il Circo, Luci della Città, La Febbre dell’Oro, Respighi: Le Fontane di Roma), per le registrazioni di musica da film con Franco Piersanti e Carlo Crivelli e come accompagnatore per vari artisti come David Short, M.Bartoletti e Domenico Adriani. Insegna pianoforte e composizione nella città di Anguillara Sabazia. È socio dell’Orchestra Città Aperta.

Paul Wimberger: Ha studiato canto al Conservatorio di Vienna. Alterna concerti di musica lirica al pop e alla musica del Novecento (Weill ed altri). Si è esibito nei più importanti teatri viennesi.

Massimo Bartoletti: Nato a Roma, si diploma in tromba al Conservatorio di Santa Cecilia ed inizia una intensa attività concertistica che spazia dalla musica antica, al jazz, alla musica contemporanea. Nel 1978 entra stabilmente nell’orchestra sinfonica della RAI di Roma e nel 1980 fonda il “David Short Brass Ensemble” con il quale si esibisce presso le più importanti istituzioni concertistiche italiane ed effettua tournée in America, Spagna, Finlandia, Austria, Francia, Germania registrando per la radio di quei Paesi. Ha suonato sotto la bacchetta dei più prestigiosi direttori degli ultimi anni ed ha collaborato tra gli altri con Berio, Schuller, Stockhausen, Petrassi, Donatoni, Pennisi etc.. Ha partecipato alla realizzazione di colonne sonore per film collaborando con i più noti autori, da Nino Rota a Fiorenzo Carpi, da Armando Trovajoli a Ewan Lurie e Nicola Piovani negli ultimi film di Roberto Benigni e, come autore, ha composto musiche per la Fonit  Cetra del ciclo “Geo e Geo”. Ha diretto le musiche di Carlo Crivelli negli ultimi film di Bellocchio e per Rai Fiction con “Orchestracittàperta”. Ha collaborato con Giovanna Marini nelle sue opere (Le cadeau de l’Imperateur, Requiem) e ne ha diretto, in prima assoluta, la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo scritta per il bicentenario della Rivoluzione Francese, una co-produzione tra Antenne 2 e la Scuola Popolare di Musica di Testaccio della quale è stato socio fondatore e presidente. Attualmente fa parte del Freon Ensemble impegnato nella diffusione della musica contemporanea, del Roma Brass Quintet e dirige gli Ottoni di Perugia e i Billi Brass Quintet. Collabora con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ed è titolare della cattedra di tromba al Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi” di Perugia. 

 

Massimiliano Tisano: Pianista, Compositore, Direttore d’orchestra, ha studiato pianoforte con Massimiliano Damerini, composizione con Eduardo Ogando e Stefano Bracci e direzione d’orchestra con Donato Renzetti frequentando successivamente i corsi di Pierre Boulez a Lucerna. È stato direttore stabile dell’orchestra del Teatro Comunale di Roccella Jonica. Ha diretto l’Orchestra da Camera del Gonfalone di Roma, l’Orchestra della Provincia di Catanzaro “La Grecìa”, la “Roma Tre Orchestra”, il “GERMI Ensemble” dedicato alla musica contemporanea, il “MACH Ensemble” e l’Orchestra del Teatro “Francesco Cilea” di Reggio Calabria. Nel 2020 ha diretto “La Traviata” di Giuseppe Verdi e nel 2021 la Bohème di Giacomo Puccini entrambe nell’ambito del Festival estivo “Borgo in Opera” di Guardavalle (CZ). Nel 2013 ha composto il Musical “Romoletto & Giulia” ispirato a “Romeo e Giulietta” di Shakespeare. La sua fiaba musicale “Willie”, della quale ha scritto anche il testo, ha avuto più di 40 rappresentazioni nelle scuole di Roma e del Lazio. Ha composto la musica per il balletto “Il Segno di Kazar”, rappresentato a Roma nel settembre 2002 e Luglio 2003. Nel 2011 ha composto le musiche per il documentario di Giorgia D’Arcangelo: “Formello, memorie per il futuro”. Nel 2014 il suo “Tango para mi juventud” per chitarra e quartetto d’archi è stato eseguito in prima assoluta da Adriano Walter Rullo – a cui il pezzo è dedicato – a Stoccolma presso la “Stockholm Concert Hall”, in occasione del concerto inaugurale del semestre di presidenza italiana in Europa e, nella versione per chitarra e orchestra d’archi, anche a Düsseldorf e Colonia sempre da Adriano Walter Rullo e dai Solisti Aquilani. Nel 2021 ha composto le musiche originali per lo spettacolo teatrale “Heroides vs Metamorphosys” di Manuela Kustermann e Cinzia Merlin andato in scena al Teatro Vascello di Roma. Hanno suonato con lui prestigiosi solisti quali: Mariolina De Robertis, Luciano Giuliani, Georg Moench e Angelo Persichilli. Nel 2019 ha diretto le “Folk Songs” di Luciano Berio al “Festival Musica sull’Acqua” di Colico (Lecco) interpretate da Alda Caiello. Hanno collaborato, in concerti da lui diretti, famosi attori quali Paolo Poli e Mattia Sbragia. Ha diretto i Musicals “Sister’s”, “Mamma Mia!”e “Artemisia” del quale ha curato l’orchestrazione e che è andato in scena in prima mondiale al Lyrick Theatre di Assisi il 22 Marzo 2015. “Artemisia” ha vinto il premio PRIMO 2015 (Premio Italiano per il miglior Musical Originale) e nel 2017 è stato rappresentato al Teatro Flaiano di Roma. Ha suonato in Argentina, Australia, Bulgaria e Giordania. Col mezzosoprano Chiara Guglielmi si è esibito a Pesaro per il “Rossini Opera Festival” e a Spoleto per “Musica da casa Menotti” nell’ambito del “Festival dei due Mondi”. Tra i cantanti con cui collabora in qualità di pianista: Amarilli Nizza, Angelo Veccia, Giuseppe Varano e Stefano Osbat. È docente di Accompagnamento pianistico presso il Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina.