“L’arte a Cerveteri è in contro tendenza”

0
238

Intervista a tutto campo con Fabio Uzzo, titolare della galleria InQuadrodi Felicia Caggianelli

“Il nostro percorso nasce ” per caso “nel 2014, ho sempre lavorato a livello professionale con gli artisti, più conosciuti, meno conosciuti, esordienti nella presentazione delle loro opere, ma avevamo la curiosità di capire ciò che ci girava attorno. Abbiamo deciso così di rimboccarci le maniche e inseguire un sogno ovvero dare più respiro agli artisti con un progetto strutturato che abbracciasse i diversi settori dell’arte e non solo. Quando abbiamo iniziato a muovere i primi passi oltre che dalla nostra voglia di esprimerci, dal nostro entusiasmo e dalle attestazioni positive degli artisti abbiamo avuto l’importante sostegno dell’’allora delegato all’Arte di Ladispoli sig. Filippo Conte, grazie al quale siamo riusciti a impostare una situazione finalizzata a far conoscere i vari artisti. Abbiamo dato il via ad una vera e propria vetrina espositiva in cui ogni mese davamo la possibilità in maniera gratuita per una settimana ma a volte anche dieci giorni ,di poter esporre cinque opere di quattro artisti differenti. Sin da subito ci siamo resi conto dell’enorme importanza, a livello culturale, che  aveva questa operazione; anche perché ci siamo occupati sempre in toto delle esposizioni. Abbiamo curato tutto con meticolosità e tanta passione. Dalla pubblicità, alla esposizione e finanche alla cura artistica delle opere. Questa situazione ha generato un fermento impressionante di adesioni e simpatizzanti ed abbiamo percepito l’urgenza di poter portare avanti questo progetto. Oggi dopo il nostro trasferimento a Cerveteri, devo dire abbiamo riscosso un interesse da parte dell’amministrazione molto attenta. Ci hanno lasciato liberi di trasformare le nostre idee in progetti concreti che tutt’ora stiamo portando avanti e ci siamo resi conto (cosa non detta da noi) che abbiamo creato un vero e proprio movimento artistico, dando modo alla creatività di muoversi ed esprimere attraverso ‘’Arte se stessa’”.L’arte è uno di quei settori in grado di rinnovarsi e acquistare nuove sfaccettature grazie alle contaminazioni di un mondo in continuo divenire e anche Cerveteri ha il suo bacino di artisti impegnati a divulgare la creatività, l’estro e il gusto quale espressione per esprimere emozioni e stati d’animo catturati in opere originali. Per comprendere meglio le dinamiche di questa positiva contabilità che vanta numerosi artisti non solo pittori e scultori ma anche poeti, scrittori, attori, cantanti, musicisti e danzatrici che negli ultimi anni si sono avvicinati a questo piccolo vivaio abbiamo intervistato Fabio Uzzo, titolare della galleria virtuale InQuadro di Cerveteri. La sua è una galleria 2.0 di spessore culturale arricchita da interventi dei pittori con interviste e articoli sulle mostre, fermo restando che se da un lato è online e permette di veicolare e vendere le opere ad un pubblico maggiore dall’altro organizza mostre sul territorio di Cerveteri, Castello di Ceri, Ladispoli Trevignano, Bracciano, arrivando fino a Tolfa e Civitavecchia, castello di Maccarese e non tralasciando naturalmente Roma, senza sfruttare i patrocini dei Comuni. È inoltre  il fulcro vivo e pulsante degli incontri degli artisti sul territorio cerite e da anni a questa parte sta riscuotendo un grande consenso anche da parte dell’ amministrazione comunale e dei cittadini che accorrono a visitare e a partecipare alle varie iniziative, organizzate nel cuore del coreografico salotto di Cerveteri, sempre più copiosi.

 

Al signor Uzzo abbiamo chiesto: Qual è la filosofia che l’ha spinta a dar vita ad un vivaio di artisti in movimento e a creare anche un’associazione?

Un meccanismo importante come questo inevitabilmente genera anche delle necessità. Quali sono le vostre?

“La necessità e l’urgenza oggi è avere uno spazio pubblico permanente dove l’interscambio culturale, fra le varie arti è una necessità, anche per la collettività, troppo tempo ci siamo distaccati dal concetto di Bellezza, di espressività, di subalternità ad una realtà che cerca di appiattire tutto, anche le menti. Credo fermamente che il valore dell’arte è quello di condurci oltre. Farci riflettere sulla vita, e darci la speranza per il futuro, soprattutto per le nuove generazioni. Un movimento o meglio un gruppo di artisti, provenienti tutti da esperienze di vita molto diverse,ha fatto sì che ci riunissimo tutti in un progetto artistico a lunga scadenza, proprio per dare importanza al lavoro svolto, qui mi preme ringraziare mia moglie Ilva Marchizza per il grandissimo lavoro fatto come Presidente dell’Associazione inArte e l’artista Paolo Maccioni, brillante ideatore e costante collaboratore a tutto campo di alcune originali iniziative di grande successo. La nostra associazione culturale oggi, posso ben dirlo, prosegue la sua attività nella valorizzazione artistica del territorio, cercando di elevare il livello culturale di tutti, noi compresi ,in quanto ogni volta che concludiamo una manifestazione, che seguiamo e curiamo dall’inizio alla fine, ci sentiamo arricchiti e vogliosi di continuare”.

Che significa essere un artista in un  territorio come quello di Cerveteri?

Premetto che non sono un Artista, mi ritengo più un attento osservatore dell’arte, della sua essenza più pura, la creatività, la sperimentazione, fondamentale in questo campo, il senso dell’estetica….etc etc,ma credo che un arista sia un artista a trecentosessanta gradi,non può relegarsi oggi solo ad un fatto esclusivamente territoriale, quindi tutto questo è per far capire che l’arte non la si può relegare a se stessa. L’arte non ha barriere, non può essere ingabbiata. L’Arte è una bella donna con le ali si nutre da tutto ciò che regala emozione allo stato puro si veste di creatività, ingegno, occhi attenti e un nobile animo. L’Arte è l’espressione più elevata che l’uomo possiede per comunicare e deve essere libera proprio perché non ha ragione d’essere. L’Arte…è.”

Quali le novità di quest’anno?

“Quest’anno mi preme dire che c’è un cambio sostanziale nel nostro modo di operare, la Galleria INquadro Contemporary Art, si è trasformata in Galleria Virtuale INquadro freelance,ovvero come molte realtà in Italia e soprattutto all’estero ci siamo distaccati dal concetto della classica galleria con uno spazio espositivo fisico, ma ci stiamo lanciando in una piattaforma online che dia un senso più universale in senso di visibilità al nostro lavoro tramite un sito che si chiamerà www.inartgallery.it, dove noi saremo i responsabili artistici nonché curatori di questo progetto, che insieme ad un blog culturale al suo interno, darà spazio a tutti gli artisti del territorio che abbiano progetti in essere, percorsi artistici o semplicemente farsi conoscere dal grande pubblico con la possibilità di vendere le loro opere originali tramite un e-commerce che stiamo creando; per cui tutto questo per dire che da quando lo spazio fisico non c’è più le richieste di collaborazione in sinergia con altre strutture è aumentato a dismisura, tanto è vero che a qualcosa dovremmo rinunciare.

Quali iniziative sono in programma a BREVE?

“A metà Giugno Sala Ruspoli ospiterà la mostra personale di Lucio Fraschetti, Stefano Bologna ,saremo alle Terme di Stigliano a fine Giugno con la mostra: ROMA E L’ACQUA. La terza iniziativa del nostro bellissimo progetto itinerante, partirà a Giugno con una collaborazione che stiamo perfezionando con la prima Biennale dell’Etruria e del territorio Etrusco,che impegnerà la galleria ma soprattutto l’associazione nel reperire artisti che vadano territorialmente dal comune di Fiumicino, fino a Civitavecchia passando per il lago di Bracciano. Il 12 e 26 Luglio e l’8 Agosto essendo stato eletto Delegato all’Arte della Pro loco di Marina di Cerveteri e Cerenova, realizzeremo degli incontri culturali di alto profilo, e l’iniziativa si chiamerà Salotto d’Autore, dove  i dipinti di un Artista saranno il volano per strutturare una tematica che sarà il filo conduttore di tutta la serata impreziosita con l’intervento di letture, musiche ed aperitivo finale offerto dalle cantine locali. Inoltre, stiamo ancora ultimando i dettagli per portare a Cerveteri quelle che secondo noi sono le Eccellenze Artistiche del nostro Territorio, per cui mi chiudo in un rispettoso silenzio senza enunciare nomi. A settembre, infine, l’appuntamento è presso Sala Ruspoli per la presentazione di un nuovo progetto dal titolo: PAROLE, MUSICA & COLORE dove a quadri ,foto, sculture, installazioni possano intervenire poeti scrittori, giornalisti, musicisti, attori ovvero una sorta di contaminazione vera fra le varie Arti tutto questo il 7,8 e 9 settembre. Il nostro cartellone estivo si concluderà a Settembre con il salto di qualità. Porteremo la mostra:ROMA E L’ACQUA al MAXXI a Roma e lì sarà un emozione particolare…non escludiamo poi la nostra partecipazione attraverso l’associazione inArte a collaborazioni con l’amministrazione alla kermesse delle iniziative estive comunali .Quindi ce n’ è per tutti i gusti e per tutti i livelli”.

Quale messaggio vuole inviare ai cittadini che vi seguono e a quelli che ancora non vi conoscono?

“Il messaggio che invio è questo: Guardiamo la Bellezza che è intorno a noi,viviamola giorno per giorno,al livello storico,paesaggistico e soprattutto artistico perché ribadisco c’è un movimento di persone che scalpitano e vogliono mostrare e farci apprezzare le cose che fanno con passione. Noi saremo solo un pezzetto di questo puzzle straordinario. Per cui fate attenzione e seguite se potete tutto ciò che vi incuriosisce perché la proposta è tanta ;e l’arte è in perpetuo movimento. Per distaccarsi dalla quotidianità basta poco e voi ce lo avete a portata di mano. Colgo inoltre l’occasione per invitare tutti a visitare la nostra galleria:  Fabio Uzzo,Galleria virtuale INquadro freelance,Associazione Culturale inArte,Pro Loco Marina di Cerveteri-Cerenova”.