Ladispoli, allarme discariche nelle campagne. I rifiuti vengono anche bruciati

0
167

Monta la protesta nella frazione agricola di Ladispoli e di notte c’è pure chi appicca il fuoco. 

Discariche a cielo aperto: è allarme nelle campagne ladispolane dei Monteroni perché l’immondizia viene pure data alle fiamme da persone che poi si dileguano nell’oscurità. Gli abitanti sono esasperati e temono per la loro salute, oltre che per le condizioni dell’ambiente circostante. Il fatto più eclatante riguarda una mega discarica in via Quote dei Monteroni.

È lì da agosto e nessuno è ancora intervenuto per rimuoverla, nonostante sia stata posta sotto sequestro dai volontari delle Guardie venatorie. Una bomba ecologica a pochi metri dalle abitazioni. C’è di tutto: barattoli di solventi, taniche di benzina, oli esausti, teli di plastica, suppellettili e altro ancora. «Tutta questa roba qui – indica un residente – si sarà già infiltrata nel sottosuolo. Da quasi quattro mesi è ammassata nei pressi di alcuni campi. Possibile che nessuno venga per effettuare una bonifica?». Proseguendo per la stradina che conduce verso la statale le mini discariche si trovano ovunque. Tracce di bottiglie di vetro bruciate, così come pneumatici e teli di plastica. In alcune aree dei Monteroni si sente ancora l’odore dell’incendio appiccato nella notte precedente.