Il manager Alessio Sundas in difesa del Coni: “Nessuno tocchi i Cinque Cerchi Olimpici”

0
210
L'agente Alessio Sundas

Il manager Alessio Sundas, titolare della Sport Man, è intervenuto in queste ore in merito alla modifica radicale del Coni che il Governo si prepara ad attuare, così come annunciato di recente dal vice ministro Giancarlo Giorgetti. Sono parole che inducono alla riflessione quelle pronunciate dall’agente Fifa che si occupa di sport ad alto livello da tanti anni.  “Siamo perplessi – afferma Sundas – non dalla volontà del Governo di intervenire per modificare alcuni apparati che gestiscono lo sport italiano, quanto da altre decisioni poco comprensibili. Abbiamo letto che si vorrebbe perfino modificare il marchio del Coni, sostituendo i Cinque Cerchi Olimpici con altri non meglio identificati brand e simboli. E’ una decisione che non condividiamo, i Cinque Cerchi sono patrimonio e marchio del Coni, simbolo mondiale dello sport nella sua essenza più pura come le Olimpiadi. La Sport Man attiverà ogni forma possibile di difesa di questo emblema, siamo a disposizione del presidente del Coni, Giovanni Malagò, per evitare questo incomprensibile errore. Riguardo alla nuova riforma del sistema sportivo italiano racchiusa nella società chiamata Sport e Salute, è palese come alcuni interventi andassero programmati anche se condividiamo le perplessità del presidente Malagò. Il Governo ha scelto, per questa società che, sostituendo la Coni Servizi, dovrebbe diventare la cassaforte dello sport italiano, un nome veramente troppo inflazionato. Oltretutto, chiediamo di conoscere tutti gli aspetti legati al perimetro di azione del Coni all’interno della riforma, chi opera nel mondo dello sport ha diritto di conoscere esattamente i propri referenti”.