Cerveteri, Moscherini non firma il protocollo d’impegno in Municipio. “Ha insultato Gubetti e Belardinelli”

0
409

L’accusa degli altri candidati: “Moscherini macchia gravemente la firma dell’atto, usando toni sprezzanti verso candidate e funzionarie comunali”

Oggi presso la Sala Giunta del Comune di Cerveteri si è tenuta la firma del protocollo d’impegno tra i candidati a Sindaco di Cerveteri per assicurare un corretto svolgimento della campagna elettorale. Una importante prassi che si ripete da anni al fine di far impegnare gli aspiranti primi cittadini, a tenere dei comportamenti rispettosi delle regole e delle disposizioni in tema di propaganda politica fino al giorno delle elezioni.

Non era mai accaduto prima che un candidato si rifiutasse di sottoscrivere il protocollo. Oggi, a macchiare gravemente la firma, è stato invece l’atteggiamento e il comportamento di Giovanni Moscherini, candidato sindaco che si è rifiutato di firmare il protocollo, adducendo la motivazione di non volersi assumere responsabilità personali per eventuali violazioni da dei candidati a lui collegati. Non contento si è poi rivolto in maniera oltraggiosa nei confronti delle candidate a Sindaco Elena Gubetti e Anna Lisa Belardinelli, che hanno invece firmato il protocollo. Moscherini nel corso dell’incontro ha puntato il dito verso le due candidate apostrofandole con frasi inaccettabili quali “stai zitta!” e “a voi due chi vi ha autorizzato a parlare”.

Atteggiamenti violenti che sono poi proseguiti anche nei confronti della Comandante di Polizia Locale Maggiore Cinzia Luchetti, della Responsabile del Servizio Demografico e Elettorale Dottoressa Manuela Chigi e del Segretario Generale Dottor Orfeo Potenza, mettendo più volte in discussione la loro professionalità su aspetti a suo dire poco chiari e non condivisi.

“Un atteggiamento inaccettabile, indegno, che ferisce le istituzioni e soprattutto ancora una volta, la figura della Donna – dichiarano in una nota congiunta le candidate Sindaco Elena Gubetti e Anna Lisa Belardinelli – il Dottor Giovanni Moscherini per l’intera durata dell’incontro ha avuto un atteggiamento sprezzante, provocatorio, offensivo. Con l’occasione, ci teniamo ad esprimere tutta la nostra vicinanza alla Comandante Luchetti, alla Dottoressa Chigi e al Segretario Generale Orfeo Potenza, ai quali va invece tutto il nostro apprezzamento per il grande lavoro che sempre svolgono e stanno svolgendo anche in questa tornata elettorale. Queste modalità violente non ci appartengono. Seppur appartenenti a coalizioni diverse, il rispetto deve essere e sarà sempre al primo posto, per una buona politica, per Cerveteri e per tutti i Cittadini e le Cittadine”.

Interviene sull’episodio anche il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci: “Condanno fermamente gli atteggiamenti del candidato Giovanni Moscherini al quale chiedo di scusarsi pubblicamente con tutte le persone offese oggi e con l’intera comunità di Cerveteri che certamente si dissocia da questi comportamenti. Esprimo solidarietà e vicinanza alle due candidate sindaco e a tutti i nostri dipendenti e alle dipendenti comunali vittime di questo attacco vergognoso. Oggi nella Giornata Internazionale contro l’omofobia, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha detto ‘che rispetto e uguaglianze non sono derogabili’. Questa è e sarà sempre la cultura della nostra città e pretendiamo rispetto soprattutto da chi si candida a Sindaco”