Cerveteri, altro che lavori: “la Settevene Palo è un ricettacolo di immondizia”

0
669

Gli abitanti che vivono nella zona del tratto interrotto sono esausti e segnalano discariche a cielo aperto. “Pochi controlli, l’altro giorno ho inseguito un furgone”, è la denuncia di un cittadino.

Lungo i sentieri rifiuti di ogni tipo. “Altro che lavori sulla Settevene Palo”, protesta un cittadino che vive proprio in quella zona a Cerveteri.

Così, mentre da mesi e mesi automobilisti e pendolari attendono quel fatidico giorno dell’inizio del cantiere (annunci ce ne sono stati già abbastanza senza fatti concreti) sull’arteria provinciale che collega Cerveteri con Bracciano e le località del lago, nel frattempo spuntano fuori come funghi discariche a cielo aperto.

“La situazione della Settevene Palo, nel tratto interrotto dal km 11 al 13 sta precipitando – avverte un residente, Franco Iannilli – scarichi notturni in entrambi i lati della strada . Nessun controllo e nessun intervento di bonifica di Roma Metropolitana. Mi aspetto un segnale dai consiglieri di opposizione Federico Ascani e Alessio Pascucci. Siamo stati abbandonati con i lavori interminabili e i vandali in azione. Ho persino rincorso un camioncino che stava provando a scaricare mobili nel tratto interrotto di strada. Si è dileguato a tutta velocità appena mi ha visto, senza abbandonare il suo materiale”.