A Civitavecchia si discutere di clima, ambiente, lavoro e diritti sociali 

0
187
Domenica 8 maggio Civitavecchia tornerà ad essere la sede di un importante dibattito nazionale sulle questioni sociali e occupazionali legate alla transizione ecologica. 
La campagna “Per il Clima Fuori dal Fossile” ha infatti scelto la nostra città come luogo simbolo di una transizione ecologica che non si limita ad accettare passivamente le linee guida tracciate dai governi nazionali, ancora troppo spesso legate all’estrattivismo e all’industria fossile, ma studia, elabora e propone progetti alternativi che sono già dei veri e propri gioielli di sostenibilità e buona occupazione. Proprio per questo, in un contesto globale sempre più drammaticamente condizionato dalla crisi sociale e dalla guerra, elaborare proposte dal basso e farlo attraverso il contributo indispensabile del mondo operaio, diventa, ancora una volta, assolutamente prioritario.
La transizione energetica, la riorganizzazione del settore dell’automotive, la logistica, i trasporti pubblici, sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati domenica in un’assemblea pubblica che ha già raccolto l’adesione, oltre che delle locali Fiom, CGIL, CNA e USB, anche dei lavoratori ex GKN di Firenze, dei metalmeccanici della Caterpillar di Jesi, del molo carbonifero di Civitavecchia e di realtà operaie di Bergamo, Taranto, Roma e Brindisi.
Un appuntamento nazionale importante per discutere insieme di clima, ambiente, lavoro e diritti sociali. I lavori di questa assemblea si svolgeranno domenica 8 maggio, dalle ore 10.30, presso il Polo Culturale “Taj Lucia”, in via Isonzo 32, Civitavecchia. “
Civitavecchia Bene Comune