GUASTO A MACCARESE, ALTRA GIORNATA DA INCUBO PER I PENDOLARI

0
270

Soppressioni e rallentamenti: ennesimo disservizio sulla linea ferroviaria Roma-Civitavecchia. Protestano i passeggeri di Ladispoli, Cerveteri e Fiumicino.

Treni soppressi, corse rallentate. Altra giornata da dimenticare per i pendolari della Roma-Civitavecchia. Questa mattina, alle prime luci dell’alba, un improvviso guasto tecnico nei pressi di Maccarese ha provocato dei disservizi. Lavoratori e studenti sono alle prese con l’ennesimo blocco della linea ferroviaria, come ieri quando nel primo pomeriggio un incendio esploso nei pressi di un canneto aveva costretto i vigili del fuoco di Cerenova ad intervenire e di conseguenza la fl5 era stata sospesa per un’ora. Gli utenti continuano a sfogarsi sui social (in particolare scrivendo sul gruppo Fb Comitato Pendolari Litoranea Roma Nord) ma la situazione per loro non cambia. E all’orizzonte l’incubo dei 4 giorni di stop imposto da Rfi per la ristrutturazione del ponte di via Tre Denari all’altezza di Passoscuro. Dalle 00.40 del 30 ottobre prossimo fino alle 22:40 del 2 novembre chi partirà in treno da Civitavecchia in direzione della Capitale dovrà scendere a Ladispoli, prendere un bus e poi procedere verso Maccarese. Identico scenario al ritorno per chi proviene da Roma sarà costretto a scendere a Maccarese e salire sull’autobus sostitutivo verso Ladispoli.