Teatro Vascello, spettacoli di grande cultura ed interesse

0
107

di Giovanni Zucconi

Come sicuramente è emerso da precedenti recensioni, io indubbiamente un debole per il Teatro Vascello.

Oltre che per motivi sentimentali, qui ho fatto la mia prima intervista ad un attore, naturalmente anche per la sua programmazione, ogni anno di altissimo livello. Lunedì scorso, ho assistito alla rappresentazione di “La passeggiata”, di Robert Walser, interpretata da un magnifico Roberto Herlitzka. Un’opera deliziosa, nella quale Herlitzka ha dato voce, da par suo, alle riflessioni e alle osservazioni di un grande poeta durate una sua ipotetica passeggiata. Un testo delicato e godibile, che è stato accompagnato, dal vivo, dal clarinetto di Alessandro Di Carlo, dal violino di Alberto Caponi e dal violoncello di Donato Cedrone. Uno spettacolo che è stato molto apprezzato dal pubblico, che ha tributato, alla fine, una meritata standing ovation a Roberto Herlitzka. Domenica prossima, 4 novembre, sempre per il ciclo “Flautissimo”, dove la Musica incontra il Teatro, arrivato ormai alla ventesima edizione, verrà rappresentata l’opera “La strada”, di Cormac McCarthy. Vi condividiamo la breve descrizione che troviamo nella locandina di questa opera teatrale:

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Sempre a piedi, spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un’apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c’è storia e non c’è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio. Dopo molte tribolazioni arrivano al mare; ma è ormai una distesa d’acqua grigia, senza neppure l’odore salmastro. Raccolgono qualche oggetto da una nave abbandonata e continuano il viaggio verso sud, verso una salvezza possibile.

Un opera, ce lo auguriamo, non profetica, ma di ammonimento per tutto il genere umano.