Storie di amianto a Cerveteri: totale menefreghismo

0
885
eternit

I proprietari non rimuovono l’eternit dal tetto. Il sindaco e l’assessore all’ambiente non dicono nulla?

Le foto pubblicate indicano le perforazioni nelle lastre eternit che rivestono il tetto. «L’immobile è ubicato in via San Pietro angolo via don Minzoni. Nonostante vi sia una richiesta di rimozione dal 2019, nessuna azione è partita dall’amministrazione comunale tantomeno dai proprietari del fabbricato fatiscente e pericolante che, dal verbale dei vigili del fuoco, risultano essere Carlo Podestà e Francesca Troiani». Lo rivela l’associazione Mamme Etrusche che ritorna costantemente sull’argomento.

eternitNel mese di gennaio 2019 veniva segnalato alla competente autorità ASL RM F un
tetto in possibile cemento amianto.
La ASL interveniva l’08 febbraio 2019 e richiedeva il pronto intervento di questo Comune. L’Ing. Claudio Dello Vicario veniva informato, effettuava un sopralluogo e predisponeva i dovuti atti .
Anche a seguito del sopralluogo della ASL RM F congiunto con la Polizia Locale e agli atti n. 6382/2019 – doc. n. 24417/2019 – veniva comunicato che : ” è stato appurato la presenza di una copertura in eternit … ” e che ” tale situazione possa essere causa di potenziali rischi per la sicurezza, l’igiene e sanità pubblica … ”
Il Dirigente Area V con provvedimenti n. 33077 e n. 33084 dell’08.07.2019 avviava il
procedimento e ne dava comunicazione ai due proprietari dello stabile, i provvedimenti
venivano regolarmente notificati. Successivamente con ordinanza sindacale n. 47 del 12.09.2019 si ordinava la tipizzazione di materiale in presunto cemento amianto per l’immobile sito in via San Pietro/Via Don Minzoni.

6 MAGGIO 2020. Sollecito intervento per la rimozione di TETTO IN ETERNIT nel centro abitato di Cerveteri inviato dall’associazione di volontariato Mamme Etrusche.

ALLA ASL RM F – CIVITAVECCHIA
ALLA CORTESE ATTN. DEL SINDACO – ASSESSORE TUTELA AMBIENTALE – RESPONSABILE AREA V – AMBIENTE e MOBILITA’ – RESPONSABILE AREA IV – ASSETTO USO E SVILUPPO TERRITORIO – AL COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE – AL RESPONSABILE SINDACALE DELLA POLIZIA LOCALE DEL COMUNE DI CERVETERI

OGGETTO: MANCATA RIMOZIONE TETTO IN ETERNIT SITO IN VIA SAN PIETRO int. VIA DON MINZONI

eternit«RILEVATO CHE AD OGGI I PROPRIETARI Carlo Podestà e Francesca Troiani NON HANNO ADEMPIUTO AD ALCUNA TIPIZZAZIONE AD OGGI NON RISULTEREBBE NESSUN AVVIO DI PROCEDIMENTO PER LA RIMOZIONE DEL PERICOLOSO TETTO IN ETERNIT, NE’ L’ORDINANZA SINDACALE RELATIVA ALLA RIMOZIONE DEL TETTO IN ETERNIT, RILEVATO INOLTRE CHE NON SONO STATI EFFETTUATI I CONTROLLI SUL FABBRICATO PER LE OPERE ABUSIVE (segnalate lo scorso anno) CHE INTERESSANO IL PIANO TERRA DELLA ABITAZIONE MEDESIMA E CHE INTERESSA LA PROPRIETÀ DI FRANCESCA TROIANI si sollecitano urgentemente i controlli dei titoli abitativi con lo stato dei luoghi e le planimetrie depositate e si richiede che venga valutata anche l’idoneità ad abitazione visto il crollo del solaio dell’edificio in epoca recente per il quale la proprietà del primo piano, è stato possibile rilevare dall’esterno, ha disposto la chiusura con travi in legno inchiodate alle persiane, Visto lo stato fatiscente del palazzo, Visto che al piano terra una abitazione risulterebbe affittata, mentre, le altre risulterebbero occupate dai genitori anziani e sorella della proprietaria si rappresenta inoltre che sembrerebbe che i proprietari dell’immobile non possano rimuovere l’eternit per via di precarie condizioni economiche, e, che pertanto, si richiede che vengano informati sulle agevolazioni fiscali attive per tale adempimento, e che, vengano laddove possibile accompagnati nelle pratiche necessarie e qualora lo riteniate opportuno, SI OSSERVA CHE IL PALAZZO SI TROVA NEL PIENO CENTRO URBANO, L’ETERNIT E’ SFALDATO, ROTTO, TAGLIATO IN PIU’ PUNTI COME SI PUO’ EVINCERE DALLE FOTOGRAFIE QUI ALLEGATE AD ALTA RISOLUZIONE SI RICHIEDE CON URGENZA AL DIPARTIMENTO PREVENZIONE DELLA ASL RM F DI CIVITAVECCHIA, AL COMUNE DI CERVETERI, ALLA POLIZIA LOCALE DI CERVETERI L’ADEMPIMENTO DI TUTTE QUELLE AZIONI A TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA, SANITA’, IGIENE E CONTRASTO DELLE OPERE ABUSIVE e contestualmente si richiede di essere informata di tutti gli atti che verranno posti in essere.
Si pone nuovamente l’attenzione verso le famiglie che vivono nelle immediate vicinanze un centinaio di famiglie, che sono a conoscenza di concittadini deceduti per tumori di vario genere che sono collegabili all’esposizione ad absesto, ed è presente nelle vicinanze la stazione di comando della Polizia Locale, e quindi, il danno per la salute per l’esposizione ad eternit di tipo nocivo potrebbe essere altissimo, visto che si tratta di eternit lì collocato dagli anni ’70, e nessuno sembrerebbe aver mai ottemperato a tipizzarlo stanto a quanto riferito da numerosi vicini anziani che abitano nelle immediate vicinanze».

Ad oggi, marzo 2021 nulla è cambiato, passeggiando per il centro di Cerveteri è possibile ammirare la copertura dell’immobile in oggetto, dove si vede bene la perforazione delle lastre in eternit che sottolinea il palese menefreghismo dei proprietari e del Primo Cittadino, verso lo stato di salute del vicinato.
L’associazione è stata incaricata affinché rappresenti a tutte le autorità pubbliche che la rimozione dell’eternit cancerogeno è già tardiva, e che potrebbe aver influito, compromettendolo, lo stato di salute di chi abita ma anche lavora nelle vicinanze come la locale stazione dei vigili urbani.