Spegnere il fuoco del coronavirus con le piante

0
3896

Parte I: rinforzare l’immunità con gli strumenti della naturopatia

Monique Bert – Naturopata

“Ci sono molte cause alla base del cambiamento climatico, fra le più evidenti gli effetti dell’inquinamento e dell’aumento della popolazione mondiale, con tutti i fattori correlati di consumo e abuso di risorse planetarie. Sia l’inquinamento che un pianeta sovrappopolato sono elementi capaci di  stressare il sistema respiratorio in modo consistente e di ridurre la buona funzionalità del sistema immunitario, provocando diverse malattie su base respiratoria, come l’influenza aviaria e il coronavirus, che potrebbero essere negli anni a venire una cattiva compagnia non facile da gestire”. Ad affermarlo è la naturopata Monica Bertoletti, Naturalmente Sani, alias Monique Bert, creatrice del gruppo fb Medicina Evolutiva Naturopatia e Detox e coautrice di Tiroide Approccio Evolutivo, gruppo fb del dr Andrea Luchi.

“Le infezioni respiratorie – prosegue la naturopata – in questi ultimi anni sono causate da diversi nuovi virus ed è importante valutare oggi come poterci difendere, ora e nel quotidiano, anche per il futuro, con il nostro stile di vita, che molto può fare per rafforzare l’immunità e renderci più capaci di superare queste difficoltà, visto che potrebbero diventare eventi stagionali come lo sono attualmente le influenze e i raffreddori”.

RINFORZARE L’IMMUNITÀ

“Sono giorni difficili per tutto il Paese e penso spesso a come offrire il mio contributo come naturopata per migliorare il benessere di tutti noi. La questione che ritengo prioritaria, fra le mie conoscenze, è proteggerci rafforzando l’immunità.

Quando il nostro sistema immunitario si rafforza, il nostro organismo diventa più capace di combattere il virus, questo e ogni altro, ma un sistema immuno competente ci può mettere  nella posizione di non venire nemmeno attaccati. Se invece l’immunità rimane debole, come un esercito stremato, intaccato da una salute non ottimale creata nel tempo, è molto più facile che il nemico ci possa attaccare e stendere.

GLI STRUMENTI PILASTRO

In naturopatia gli strumenti pilastro per avere una immunità sana sono: lo stile di vita, inclusa l’alimentazione sana, il movimento, l’integrazione, il riposo e il rilassamento adeguati,  e la DEPURAZIONE. Un corpo ben depurato offre la massima chance a tutti gli organi di cooperare per il benessere di tutto l’organismo, evitando anche pericolosi intralci da parte di virus e batteri, prontamente distrutti o evitati.

Un corpo ben nutrito e pulito diventa un esercito forte, una vera armata che ci tutela e ci difende da tutti i tipi di invasione, assicurandoci la massima tranquillità su tutti i fronti.

Se il corpo invece rimane appesantito da cibi che ci procurano difficoltà digestive e intestinali, non permettendoci di eliminare tutte le tossine, sarà ben presto intasato da scorie che bloccheranno l’esercito difensore, come tanti zaini pieni di immondizia inutile e dannosa sulle spalle, che impediscono di lottare contro l’aggressore con le abilità e l’agilità necessarie.

IL MIO CONSIGLIO NATURALE

Abbiamo più tempo per stare in casa e dedicarci a ciò che conta per noi e per la nostra salute, per cui tutti i consigli in depurazione  e sostegno al corpo che vi abbiamo dato in questi anni, tornano utili, con ogni tecnica anche depurativa naturopatica che potete applicare compatibilmente con la vostra situazione attuale.

Possiamo sicuramente fare del nostro meglio per proteggerci dal contagio anche con alimenti idonei per rafforzare l’immunità e sostenere il corpo nella lotta allo stress che i media ci suscitano continuamente con le notizie sui malati, causando allarmismo, paura  e in alcuni casi un costante stato di ansia e di angoscia, che paralizza la nostra immunità, come tutte le situazioni di stress acuto o prolungato.

Una prevenzione efficace è possibile formulando una alimentazione con cibi  ricchi di antiossidanti, di acidi grassi omega 3 che ci disinfiammano, di alimenti che stimolano la serotonina per darci calma  e benessere e di probiotici che sostengano l’immunità intestinale, culla della gran parte del nostro sistema immunitario.

Vediamo quali  sostanze attivano i meccanismi difensivi sostenendoci e non sostituendoci ad essi.

GLI ANTIOSSIDANTI PIÙ EFFICACI

Le catechine del tè verde, la vitamina C, i polifenoli dei frutti di bosco, delle spezie e del cacao sono molto utili.

Consumiamoli in grande quantità! Beviamo almeno 3 tazze di tè verde, preferendo il matcha, che è quello che contiene più catechine in assoluto, meglio giapponese, meno inquinato di quello cinese.

Consumiamo tanto succo di limone, soprattutto con acqua calda, anche negli infusi, e se è bio, mangiamoci anche la buccia.

GLI OMEGA 3 ANTINFIAMMATORI

Gli stati infiammatori protratti di cui molti soffrono, manifesti con stanchezza, dolori migranti articolari, disturbi digestivi e intestinali, problemi cutanei, sovrappeso che non riusciamo a eliminare, sono indice di un’infiammazione mal gestita e protratta a lungo, causa di molte malattie. Fondamentale è in questo caso ridurre le infiammazioni modificando l’alimentazione e muovendosi di più, questo comportamento aiuterà il nostro corpo a reagire meglio di fronte ad attacchi virali, o comunque al meglio delle nostre possibilità: abbiamo bisogno di tutta l’energia che possiamo produrre.

PRODUCIAMO  PIÙ SEROTONINA

La carenza di serotonina ci rende ansiosi e depressi,  angosciati e in una circostanza come quella determinata dal Coronavirus, l’ansia e lo stress possono arrivare a livelli molto alti, indebolendoci.

Impariamo una tecnica di relax, una che ci piace fra le molte proposte anche qui nel tempo, oppure facciamo una semplice camminata per scaricare la tensione. La  natura in questo ci aiuta molto, migliorando la respirazione, l’ossigenazione del sangue e alleviando lo stress.

Per aumentare la produzione di serotonina a tavola sono utili: banane, prugne secche, ananas, cioccolato fondente almeno al 75%, patate e verdure a foglia verde. Attenzione al carico glicemico del pasto: bilanciamo sempre i pasti con grassi buoni e proteine, la base di una buona immunità”.