PISTE CICLABILI E BIKE POINT PER I PENDOLARI

0
1366
piste ciclabili

COME CAMBIERANNO CERVETERI E FIUMICINO. PROGETTI A SOSTEGNO DELLA MOBILITÀ RESI POSSIBILI GRAZIE AD UN FONDO MINISTERIALE DI OLTRE UN MILIONE DI EURO. LADISPOLI NON È STATA INCLUSA.

Piste ciclabili, bike point con officina e box informazioni a disposizione di pendolari e turisti, navette a basso impatto ecologico utili per il trasporto ed infine Pedibus, una sorta di “scuolabus” umano dove, in percorsi ben delineati, bimbi e genitori raggiungeranno a piedi le scuole. Ambizioso e concreto il progetto di mobilità che è stato approvato e finanziato dal ministero dell’Ambiente con oltre un milione di euro. Cerveteri rientra nel fondo. Fiumicino idem. Non però Ladispoli, amministrazione governata dal centrodestra, che pure aveva partecipato al bando senza ricevere nessun contributo. Quindi il comune costiero in mezzo tra Cerveteri e Fiumicino è stato letteralmente saltato.

I lavori potrebbero già iniziare nel 2020. Iniziamo con Cerveteri dove si pensa già ad un nuovo look della viabilità soprattutto nella frazione etrusca di Cerenova. A cominciare dallo scalo ferroviario. Qui – se tutto andrà per il meglio – sarà realizzato un centro a sostegno degli utenti della Roma-Civitavecchia che avranno la necessità di posare la due ruote in sicurezza ma anche dei turisti che avranno magari voglia di noleggiarne una. Bici normali, elettriche ma anche pieghevoli comode e utilissime immaginando di dover sfrecciare nel traffico della Capitale.

Il progetto di mobilità viene spiegato dall’amministrazione comunale. “E’ una grande risultato – dice il sindaco cerveterano, Alessio Pascucci – proprio nell’anno in cui siamo stati selezionati come Città della Cultura del Lazio. Lavoreremo anche per lanciare il Bike Sharing”. Nel dettaglio 300mila euro serviranno a realizzare una pista ciclopedonale e ulteriori 250mila per l’attrezzatura: bici e anche le colonnine per la ricarica. “Si formerà un anello di collegamento – specifica l’assessore all’Ambiente, Elena Gubetti – tra i percorsi già esistenti e la nuova pista che partirà dal parco Vannini, includerà la posta, la chiesa, le scuole, il mercato, fino ad arrivare alla stazione. Il tragitto sarà coperto da impianti di videosorveglianza”.

Con Pedibus verranno coinvolti gli edifici scolastici con 4 possibili percorsi per una distanza di circa 3 km. Il piano viene applaudito dal Cinque Stelle considerato l’impegno del ministro pentastellato Sergio Costa. “Due interventi tra loro complementari in grado di intercettare sia i flussi casa-lavoro, sia i flussi casa-scuola – sostiene Saverio Garbarino, portavoce e consigliere comunale di Cerveteri – per i primi favorendo l’accessibilità alla stazione ferroviaria, per i secondi connettendo in sicurezza i plessi scolastici già interessati dal Pedibus, migliorando nel complesso la percorribilità pedonale e ciclabile nella frazione di Cerenova.

piste ciclabiliIl progetto prevede inoltre interazioni con una App e progetti di educazione alla mobilità sostenibile nella scuola primaria, coinvolgendo anche le famiglie. E’ importante sottolineare il cambio di passo di questo ministero che sta compiendo azioni concrete a favore della sostenibilità ambientale anche qui sul nostro territorio per migliorare la qualità della vita e dell’aria”.

PISTE CICLABILI E BIKE POINT PER I PENDOLARI

A Fiumicino la pista ciclopedonale costerà mezzo milione. “Ulteriori 10 chilometri – annuncia l’assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Caroccia – si integreranno con la rete di 25 chilometri già esistente per gli amanti della biciclette. E a breve decollerà anche il circuito in direzione del comune di Roma”. Novità anche nelle stazioni. “Ok per le officine e i punti noleggio – prosegue Caroccia – ma chiederemo a Trenitalia di aprire un tavolo affinchè almeno uno scompartimento delle carrozze, come del resto avviene nel nord Italia, sia destinato ai pendolari in bici”.

Fiumicino punterà contro l’inquinamento con l’innesto di bus a basse emissioni per rafforzare il trasporto locale su gomma. Nel mese di gennaio le centraline per il controllo della qualità dell’aria hanno segnalato numerosi sforamenti dei limiti. Notizia certamente preoccupante. Infine sei scuole di Fiumicino aderiranno a Pedibus. Forse il miglior modo per combattere smog ed inquinamento è quello di ripensare la propria giornata in termini di consumi e di attività fisica adoperando la bicicletta. Anche perché i circuiti pronti per essere realizzati saranno interamente pianeggianti e quindi non ci sarà nessuna scusa, anche i più pigri potranno modificare le proprie abitudini.