Intervista esclusiva a Maurizio Battista

0
557
Maurizio Battista

Maurizio Battista Romano de San Giovanni , così ama definirsi il mitico attore capitolino, racconta in esclusiva a L’Ortica del Venerdì, il suo ritorno al live!

Fa ridere, tanto! Raccontando la vita di tutti i giorni con semplicità, è Maurizio Battista il comico romano da oltre 15 anni in scena, con la genuinità che lo contraddistingue, interagisce con il pubblico in un rapporto quasi familiare. Torna questa sera al Castello di Santa Severa con lo spettacolo “Ma non doveva andare tutto bene?

Maurizio Battista

Uno show interattivo ed esilarante sul difficile periodo che stiamo vivendo, perchè la comicità è una cosa molto seria e la vita, spiega Battista, va presa con ironia. Non solo, non si ride solo degli altri ma anche in maniera profonda di sé stessi. L’autoironia è il cavallo di battaglia dell’attore romano che nei suoi spettacoli si rapporta spesso con sé stesso raccontando i suoi limiti e i suoi difetti.

Dal cinema ai programmi televisivi, dal teatro alla fiction, arrivando alla conduzione di Striscia la Notizia su Canale 5 insieme a Pieraccioni. Lo abbiamo incontrato più volte al Castello di Santa Severa dove ha presentato anche il suo libro, scritto insieme ad Alessandra Moretti, dal titolo “Per Roma con Mamma – Un sogno indimenticabile”. «Un testo che esorta tutti coloro che hanno ancora la fortuna di poter godere dell’insostituibile e portante figura della mamma a non darla mai per scontata, e a tutti coloro i quali l’hanno, purtroppo, perduta offre la possibilità di sognare di poterla avere accanto almeno per un giorno».

Ma non doveva andare tutto bene?” già in scena per due serate a luglio nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, rappresenta per Battista un ritorno alle scene e alla vita, per una serata divertente in massima sicurezza. Amante del nostro territorio, citato più volte nei suoi show, torna nella suggestiva cornice del Castello di Santa Severa stasera, venerdì 4 settembre 2020, nel dissacrante rispetto delle norme del distanziamento sociale.

Pensi che il pubblico del cabaret dopo l’emergenza sanitaria possa essere cambiato? In quale veste ti riproponi? Non è cambiato il pubblico ma è cambiato lo stato d’animo delle persone, il cuore, i problemi e i pensieri. Cerchiamo, un po’ come dite voi, di riproporci in modo anche simpaticamente polemico, mettendo alla berlina la pandemia. Ma il pubblico fa il lavoro suo, fa il pubblico!

Puoi darci un consiglio per affrontare con maggior ‘leggerezza’ il prossimo autunno nel caso dovessimo restare nuovamente a casa? Non mi sento di dare nessun consiglio, speriamo solo che non succeda. Se arrivasse un nuovo lockdown sarebbero cavoli amari! Sono fiducioso, piano piano tutto si rasserena. 

Ti esibisci qui da diversi anni, sei particolarmente legato al nostro territorio?Sono molto legato alle vostre zone in particolare al Castello di Santa Severa dove ho avuto grandi soddisfazioni, grasse risate, tanto affetto e applausi. Speriamo di replicare tutto ciò anche stasera da quel bellissimo panorama che offre il castello. Un abbraccio a tutti.

Ringraziamo Maurizio, tutto lo staff,  il suo manager Fabio Censi per la disponibilità.

di Barbara Pignataro