Ladispoli, l’impiegata, il pensionato e gli operai: gli incivili beccati dalle telecamere

0
536

E’ emerso dalle multe inflitte dal Comune e dalla Polizia locale grazie alle fototrappola installate in punti segreti. I dispositivi continuano anche in queste ore a macinare sanzioni.

Beccati e denunciati mentre scaricavano rifiuti la scorsa settimana a Ladispoli. Altri sporcaccioni sono stati individuati in queste ore dalle fototrappola comunali. Pensionati, operai e anche un donna che durante la mattina, vestitino e infradito, porta a segno la “missione” e fugge probabilmente per non far tardi a lavoro.

Per questo riceveranno a domicilio 500 euro di contravvenzione. In un colpo solo Palazzo Falcone incasserà 3mila euro. Il delegato alla Nettezza urbana e consigliere comunale, Carmelo Augello, ha pubblicato nei giorni scorsi un video in cui gli incivili depositano a terra i loro rifiuti. “Ecco alcuni vincitori del premio Zozzone 2020 – commenta con fermezza Augello – per ciascuno di loro arriverà una sanzione da 500 euro. Ci tengo a ringraziare la Polizia Locale e in particolar modo l’associazione Fareambiente che tutti i giorni è a nostro supporto. Tramite le loro segnalazioni, avvenute dopo mirati sopralluoghi, siamo riusciti ad intervenire su questi reati ambientali. Non è semplice arginare il fenomeno ma il nostro obiettivo è bloccare gli atteggiamenti incivili”.

Le fototrappola verranno fatte roteare anche in altre zone. Palazzo Falcone preferisce tenere nascosti i luoghi ricoperti dai dispositivi, proprio per evitare che ulteriori malintenzionati possano dirigersi su aree scoperte