Istituto G. Cena: grazie a una donazione parte la raccolta differenziata

0
616
giovanni cena
Simboli di riciclabilità

All’Istituto Giovanni Cena non si faceva la raccolta differenziata dei rifiuti perchè mancavano i cestelli. Sono arrivati donati da un imprenditore. Una grande lezione di civiltà.

di Toni Moretti

Tra il tragico ed il comico quanto accaduto all’Istituto Giovanni Cena. Nell’istituto era stato segnalato che non veniva effettuata la raccolta differenziata. Ciò avveniva sotto gli occhi “distratti?” di tutti: dirigenti e personale inserviente nonché dell’amministrazione comunale e dei suoi uffici competenti, scuola e ambiente, nonostante da parte dell’assesore all’ambiente si assisteva ad interminabili quanto giuste filippiche verso quei cittadini “incivili” che non diversificando e differenziando i rifiuti come suggerito, l’ambiente lo deturpavano e creavano un disagio diffuso in città nonché agli operatori addetti alla raccolta stessa.

Il risultato era che in quell’Istituto scolastico, all’atto della raccolta i rifiuti venivano miscelati alla faccia della differenziazione. Che ciò avvenisse in un luogo deputato a ricevere una giusta educazione, mentre si tentava di impartirla ai cittadni dalle pagine dei giornali con tono piccato e professorale, suonava per lo meno strano, e fù così che il comitato dei genitori di quel’istituto avviò una indagine conoscitiva per arrivare alla causa del problema. Si scoprì quindi che tutte le classi,  una sessantina, erano sprovviste dei secchielli occorrenti a differenziare i rifiuti prodotti dagli alunni  e dal resto del personale nei vari uffici e visto che c’erano, i rifiuti venivano raccolti e mescolati anche a quelli della mensa.  Veramente singolare. E’ inutile dire che una missiva di invito a provvedere all’amministrazione comunale, nella fattispecie all’assessore alla scuola Francesca Cennerilli,  non ha avuto nemmeno la tipica, scontata e solita risposta :”Spiacenti, non abbiamo fondi”. Risulta sia stato l’interessamento del consigliere comunale Alessandro Magliani che ha aperto il buon cuore di un imprenditore. Il titolare del ristorante Guiduccio, ha donato alla scuola e oggi sono stati consegnati, tutti i cestelli necessari affinché  si potesse fare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti. C’è poco da dire, questa volta, la lezione di civiltà è arrivata dai cittadini.
Sul prossimo numero di venerdì del settimanale l’Ortica, l’intervista esclusiva ad Alessandro Magliani, Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle.