La campionessa olimpionica Erika Ferraioli al I.C. Ladispoli 1

0
554
Erika ferraioli

Gli alunni dell’Istituto Comprensivo Ladispoli 1 incontrano la  Campionessa olimpionica Erika Ferraioli!

Gli alunni  della classe 3 sez. A, della secondaria di primo grado  del nostro Istituto hanno avuto l’onore di incontrare in videoconferenza Erika Ferraioli, campionessa italiana di nuoto, medaglia d’oro,  pluripremiata, specializzata nelle distanze brevi di stile libero. L’emozionante incontro, che si è svolto nella mattinata di venerdì 12 m.c. è stato organizzato dai docenti Biscotti Francesca, Danzi Gabriele, Corsi Cinzia e da tutto il Consiglio di classe e  rientra  nell’ambito del progetto “Agenda 2030”.

Importantissimo progetto di ampio respiro, approvato nel 2015, dagli stati membri dell’ONU “Agenda 2030” si caratterizza come un programma d’azione per le persone e il pianeta ed ha come  obiettivi di sviluppo, quello di porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo, ridurre le disuguaglianze e diminuire le sostanziali differenze tra Paesi ricchi e Paesi poveri, promuovere società pacifiche cercando di  cambiare  il nostro pianeta  e renderlo un posto migliore per tutti.
Sviluppare nei nostri studenti la capacità di agire da cittadini responsabili e di partecipare pienamente e consapevolmente alla vita civica, culturale e sociale della comunità: è questo l’obiettivo che i docenti del nostro Istituto, diretto dalla prof.ssa Enrica Caliendo, si sono proposti sviluppando un itinerario di lavoro finalizzato a conoscere gli obiettivi del piano dell’“AGENDA 2030”. Fra questi anche quelli di favorire e promuovere l’esercizio fisico e l’attività sportiva, fondamentali per il pieno sviluppo dell’organismo e per mantenere uno stato di salute ottimale. Durante l’incontro, la nostra campionessa , ha avuto modo di raccontare e condividere con i ragazzi la sua straordinaria esperienza sportiva e rispondere alle loro curiosità e alle loro domande. Eccone alcune.

Come è riuscita a far conciliare uno sport olimpionico e il lavoro nell’esercito?  Quando era adolescente, pensava già di diventare la campionessa olimpionica che è oggi?
Quali sono i suo obiettivi futuri come nuotatrice professionista nonostante il covid?
A scuola, ha mai subito bullismo? 

Esprimiamo dunque grande soddisfazione, sia per il fatto che i nostri alunni hanno avuto la possibilità di confrontarsi con un personaggio di rilievo del mondo dello sport che gentilmente si è reso disponibile per noi ma anche e soprattutto perché , in un momento così difficile , denso di restrizioni e di isolamento, un incontro così, anche se a distanza ,è stato di grande conforto per docenti e alunni perché la nostra campionessa, ha saputo piacevolmente trasmettere la grande voglia di fare e la grande forza di volontà che occorrono per superare le logiche difficoltà che ogni sfida presenta, stando sempre attenta a far capire quanto lo studio rappresenti sempre e comunque una priorità anche rispetto alle passioni sportive. Educare le nuove generazioni non è mai stato un compito facile, e non lo è ancora di più oggi, epoca di “relativismi morali e culturali” in cui, alla fine, tutto è accettato in nome del successo e della visibilità. Crediamo e siamo perciò,  sempre più  convinti  che allargare l’offerta formativa con iniziative che permettano agli alunni di confrontarsi direttamente con chi è in grado di farli riflettere, dando loro esempi di vita sani   e punti di riferimento stabili,  raccontando esperienze di vita vera, sia il modo migliore per aiutarli nella loro crescita!”

 Marianna Miceli ( Docente dell’Istituto)