“Difendere il decoro urbano di Ladispoli dagli incivili”

0
395

“La Città di Ladispoli sta cambiando volto, oltre che per l’operato dell’amministrazione del sindaco Grando, anche grazie all’interazione con gli abitanti che si prodigano per segnalare disagi e problematiche. Senza dimenticare che sono numerosi i suggerimenti, le proposte di collaborazione, le iniziative di associazioni per la gestione di aree verdi e molto altro che ogni giorno pervengono al palazzetto comunale di piazza Falcone”.

Con queste parole l’assessore ai lavori pubblici, Veronica De Santis, insieme al consigliere delegato all’igiene urbana, Carmelo Augello, ha annunciato una serie di iniziative varate dall’amministrazione per contrastare il malcostume dell’abbandono dei rifiuti nelle strade e nelle aree di campagna del territorio di Ladispoli.

“E’ ormai di dominio pubblico, sui social soprattutto – prosegue l’assessore De Santis – la cattiva abitudine di alcuni cittadini di gettare immondizia ovunque, come per esempio ai bordi delle strade di campagna e nelle canaline di scolo, ignorando i forti rischi, sia ambientali che di ostruzione al deflusso delle acque piovane, connessi a queste pratiche barbare. Un altro vergognoso malcostume è quello di utilizzare i cestini gettacarte dei parchi pubblici per l’abbandono di sacchi di grandi dimensioni, contenenti rifiuti di ogni genere, minando la sicurezza ed il decoro delle aree pubbliche. Il sindaco Grando ha già annunciato una task force contro gli incivili che verranno sanzionati come da normativa vigente”.

“Inoltre – annuncia il delegato Augello – per quanto di nostra competenza, stiamo disponendo l’acquisto di nuovi contenitori per la differenziata e per le deiezioni canine, che verranno posizionati in alcune aree nevralgiche della città, ad iniziare dal lungomare. L’obiettivo è quello di aiutare i cittadini virtuosi a continuare a differenziare i rifiuti, anche fuori dalla proprie abitazioni, mantenendo la città pulita e vivibile ma anche a scoraggiare l’abbandono sconsiderato di spazzatura, giustificandolo con la motivazione di mancanza di punti di raccolta adeguati”.

“Un altro punto importante – conclude l’assessore De Santis –  riguarda la rimozione delle erbe infestanti dai marciapiedi, sia le ditte appaltatrici per il servizio di manutenzione del verde, che la ditta appaltatrice per il servizio di igiene urbana integrata, stanno operando per garantire l’accessibilità e la fruizione dei passaggi pedonali”.