DENUNCIA L’ABBANDONO, E’ UN REATO

0
989
abbandono
Locandina Abbandonarmi è un reato, ENPA – Fonte: ENPA

Abbandonare un animale non è solo una crudeltà ma un reato punibile anche con l’arresto. Se vedi commetterlo chiama i soccorsi, segnala e testimonia. Sarai la coscienza di chi non ce l’ha”.

di Barbara e Cristina Civinini

Questo è il refrain dell’appello lanciato, come ogni anno, dalla Protezione Animali contro l’abbandono. La campagna Abbandonarmi è un reato. Testimonia, realizzata da “Rubis & Trubis”, è presente in tutte le autostrade italiane grazie al patrocinio di ANAS e AISCAT. Le locandine sono state messe nei ristoranti e nei punti carburante delle aree di servizio.

abbandono
Locandina antiabbandono LNDC – Fonte: LNDC

Le molte sentenze di condanna – afferma Carla Rocchi, presidente ENPA – fanno ben sperare per il futuro dei nostri animali e ci indicano la direzione da seguire per fare sempre meglio. Non dobbiamo mai arrenderci o voltarci dall’altra parte, prosegue, perché in gioco c’è la vita e il benessere degli animali. Il risultato raggiunto dalle nostre sezioni sull’intero territorio nazionale, dice, è veramente incredibile: nel 2019 siamo riusciti a trovare una casa a oltre 28 mila animali.

abbandono
Locandina campagna ENPA, gatto – Fonte: ENPA

Adesso l’ENPA è coinvolta in circa 100 processi pendenti come parte civile e, nonostante le difficoltà dell’emergenza sanitaria, ha presentato più di 70 denunce solo nel primo semestre di quest’anno oltre a innumerevoli esposti e diffide. L’anno scorso solo i cani randagi recuperati e affidati a una struttura sanitaria censiti dal Ministero della Salute hanno sfiorato quota 87mila. Anche la Lega del Cane (LNDC) ha dato un grosso contributo e durante la pandemia ha soccorso più di 10mila animali e ha attivato un front office dedicato che ha dato assistenza a più di 3500 cittadini. Nell’ultimo anno, LNDC Animal Protection ha accudito 50.920 animali di cui il 60% cani, ne ha soccorsi 36.040, riuscendo a donare una casa a 11.232 creature. Ora, insieme a Prolife, azienda italiana produttrice di alimenti cruelty-free di alta qualità, si schiera, come sempre, al fianco degli animali e invita tutti i cittadini a denunciare tutti i casi di abbandono e maltrattamento di cui sono testimoni.

Colonia felina del castello di Santa Severa https://gliaristogatti.wordpress.com