Controlli a raffica dei carabinieri di Civitavecchia

0
241

Lo scorso fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, unitamente ai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Roma, hanno eseguito un servizio di controllo straordinario in tutto il territorio di competenza.

I Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un 45enne del luogo, sorpreso a forzare la serratura di un veicolo in sosta, nel tentativo di asportare gli oggetti custoditi all’interno. L’individuo al termine degli accertamenti è stato denunciato per il reato di tentato furto.

I Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà, per il reato di guida sotto l’effetto di sostanze psicotrope, due giovani del luogo, che nel corso dei controlli alla circolazione stradale, sono stati sorpresi alla guida delle rispettive auto sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Ai due è stata anche ritirata la patente di guida

Denunciati anche un cittadino marocchino sorpreso alla guida della sua auto con la patente sospesa, e un giovane del luogo per il reato di deturpamento e imbrattamento perché trovato a scrivere con una bomboletta di vernice spray sulla pavimentazione del lungomare.

Inoltre, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Principale hanno applicato la sanzione amministrativa dell’allontanamento – Daspo Urbano – a un cittadino nigeriano che è stato sorpreso all’interno di un parcheggio mentre era intento a esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo e hanno segnalato alla Prefettura di Roma, quali assuntori, 2 giovani trovati in possesso di modica quantità di hashish e marijuana.

Nel corso del servizio i Carabinieri, unitamente ai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Roma, hanno eseguito dei controlli ad alcuni esercizi commerciali al fine di accertare eventuali irregolarità della normativa sul lavoro con particolare attenzione al lavoro sommerso.

All’esito dei controlli, i militari hanno sanzionato, per 3600 euro, il titolare di un pub, in zona Ghetto, poiché è stata accertata la presenza di due lavoratori “in nero”, e hanno elevato la sanzione amministrativa di 1.800 euro per la medesima violazione a un bar del lungomare dove veniva accertata la presenza di un lavoratore irregolare.

I controlli sono continuati fino alle prime luci del giorno nel corso dei quali sono stati eseguiti accertamenti su numerosi veicoli e i rispettivi occupanti.