C’era una volta il derby solo calcistico Ladispoli – Cerveteri…

0
132

Una volta era solo un derby calcistico. Ora è diventata una rivalità politica ed amministrativa a colpi di dispetti, polemiche e cordiale inimicizia. Sono tempi di rapporti difficili tra i Comuni di Ladispoli e Cerveteri che non disdegnano di lanciarsi pubbliche frecciatine, arrivando ad organizzare eventi di grande richiamo in simultanea. Come nel caso della Fiera del Mare, manifestazione di spessore regionale, che l’amministrazione di Ladispoli ha programmato dal 13 al 21 luglio, ovvero esattamente nel periodo che Marina di Cerveteri ospiterà sulla spiaggia il concerto di Jovanotti. Organizzato per il 16 luglio. Per una settimana tutta la fascia del lungomare di Ladispoli, da Marina di Palo Laziale a torre Flavia, accoglierà stand, bancarelle, giochi, musica ed eventi spettacolari e culturali gratuiti, di fatto a poche centinaia di metri dal villaggio del Jova Tour sul litorale della frazione di Cerveteri. Tutti parlano di coincidenze e date programmate nei mesi scorsi, ma è evidente che a Ladispoli l’amministrazione non abbia digerito lo “sgarbo” dei cugini di Cerveteri che hanno colto al volo l’occasione di ospitare il concerto di Jovanotti dopo la decisione del cantante di cancellare la data inizialmente prevista sulla spiaggia di torre Flavia per le proteste degli ambientalisti. Ladispoli ha così calato per metà luglio l’asso della Fiera del Mare che già lo scorso anno riscosse un ampio successo di visitatori che sciamarono lungo i 10 km di lungomare. Ammirando nautica, sport acquatici, concerti ed altre forme di intrattenimento. Ma gli sgarbi tra le due amministrazioni si protraggono da tempo, poche settimane fa il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, fu molto critico nei confronti del collega Alessandro Grando per la scelta di intitolare una piazza a Giorgio Almirante, storico segretario politico del Movimento sociale italiano. Piazza Falcone “rispose” vietando al comune cerite di trasportare le salme nel cimitero di Ladispoli, ufficialmente per mancanza di loculi e spazi idonei. Senza dimenticare il feroce scambio di accuse tra le due Giunte per l’inquinamento del mare che Ladispoli ha sempre addebitato a presunti scarichi abusivi provenienti dalla vicina Cerveteri. Solo la scorsa settimana, in occasione della Sagra del Carciofo, a Cerveteri erano stati organizzati in contemporanea eventi sociali e culturali di rilevante spessore. Ora tutti guardano con curiosità al prossimo 16 giugno, quando a Ladispoli ci sarà l’esibizione delle Frecce tricolori che lo scorso anno richiamarono oltre 100 mila persone. In molti si chiedono se per quel giorno a Cerveteri sarà organizzato un evento di richiamo.