“Il 15 ottobre sospeso il servizio notturno del 118 a Marina di San Nicola”

0
558

Dopo i bus per Fiumicino, un altro importante servizio pubblico del nostro litorale rischia di essere smantellato.Se non ci saranno inversioni di rotta dell’ultimo momento, il prossimo 15 ottobre sarà sospeso il servizio notturno dell’ambulanza del presidio 118 di Marina di San Nicola. Scade infatti quel giorno il periodo di fase sperimentale estiva, l’automezzo tornerebbe ad essere operativo solo dalle 8 alle 20. La notizia ha naturalmente destato scalpore, l’ambulanza della frazione di Ladispoli da giugno ad oggi ha effettuato oltre 800 interventi di emergenza, ben 170 sono stati realizzati nelle ore notturne. Numeri importati che confermano come la postazione 118 operativa 24 ore su 24 sia stata un punto di riferimento prezioso per i 90 mila residenti di Ladispoli e Cerveteri e per le migliaia di vacanzieri che hanno affollato il nostro litorale in queste settimane.

“Il raddoppio dell’orario di servizio dell’automezzo della Heart Life Croce Amica, presente nei locali messi gentilmente a disposizione dal presidente del locale Consorzio, Roberto Tondinelli – ha detto il coordinatore del Codacons, Angelo Bernabei – ha permesso di garantire interventi tempestivi durante la notte, garantendo un prezioso supporto alle ambulanze della postazione principale della via Aurelia tra Ladispoli e Cerveteri. Purtroppo il 15 ottobre potrebbe calare il sipario sul servizio notturno, ci appelliamo all’Ares 118 affinchè possa prorogare questo orario completo senza smantellare parzialmente un presidio di emergenza che funziona. Chiediamo alle amministrazioni comunali di Ladispoli e Cerveteri di intervenire a sostegno della nostra richiesta”.