VIAGGIARE GRATIS CON LA PLASTICA – A ROMA CHI RICICLA RISPARMIA

0
91

A Roma con le App Mycicero e TabNet cumuli punti validi per acquistare titoli di viaggio consegnando bottiglie di plastica nelle stazioni della metropolitana

Viaggiare gratis con la plastica a Roma è possibile grazie alla campagna di Atac Più ricicli più viaggi. Nata per combattere l’inquinamento da plastica nella capitale, l’iniziativa permette di depositare alle fermate della metropolitana Cipro, Piramide e San Giovanni bottiglie in PET nelle apposite ecocompattatrici che trasformano le bottiglie in ecobonus. Un’iniziativa che non solo incentiva l’utilizzo dei mezzi pubblici in città ma allinea finalmente Roma alle altre capitali europee, dove lotta ai rifiuti e servizi a favore del cittadino non sono una meteora.

Viaggiare gratis con la plastica: come funziona?

Per ogni bottiglia consegnata viene accreditato un punto del valore di 5 centesimi di euro attraverso le App Mycicero e TabNet scaricabili su smartphone. I punti cumulati sono validi per l’acquisto di un abbonamento mensile così come per biglietto BIT (100 minuti, 24/48/72 ore). Arrivati alle fermate scelte come punti di raccolta, che sono Cipro per la metro A, Piramide per la metro B e San Giovanni per la metro C basterà:

  • aprire l’applicazione scaricata
  • effettuare il riconoscimento attraverso il lettore ottico
  • depositare le bottiglie di plastica

A rendere possibile la raccolta e il riciclo delle bottiglie di plastica da 0,25 cl fino a 2 litri, è il consorzio Coripet a cui si deve l’installazione delle ecocompattatrici presenti nelle stazioni della metropolitana. La presenza di personale impiegato a sostegno dei cittadini meno intraprendenti, rende il servizio ancora più efficiente. La lotta all’usa e getta non si arresta e trova nuove strade, la campagna di Atac Più ricicli più viaggi esorta i cittadini romani, anche i meno sensibili al problema dei rifiuti, con la possibilità di viaggiare gratuitamente in città. Un’iniziativa che accorcia le distanze dall’obiettivo finale, l’eliminazione totale della plastica stabilito il 2030.