Presentazione letteraria oggi al Rifugio degli Elfi

0
309

Oggi 22 novembre alle ore 18:00 il Caffè Libreria Il Rifugio degli Elfi ospiterà la presentazione del libro “Ero l’amante di Rodin – Vita vissuta di Camille Claudel” di Annalisa Fabbri, Capponi Editore. Dialogherà con l’autrice la pittrice Simona Bencivenga.

È stata l’amante di Rodin, ma soprattutto Camille Claudel è stata una grande scultrice: la più grande di tutti i tempi. Parigi, 1883. Lui era un uomo di quarantatré anni; lei una fanciulla di diciannove: il vecchio maestro e la giovane allieva. Tra loro sbocciò un sentimento denso di emozioni proibite, un amore viscerale capace di mescolare passione e creazione in un turbinio di pulsioni erotiche. Insieme varcarono i confini del possibile. Non erano più “il vecchio e la bambina”, bensì amanti eternizzati, senza alcun trascorso e con il destino incerto. Lo scandalo fu imminente e il giudizio impietoso. Il maestro fu assolto, mentre l’allieva condannata a un inferno senza rogo, a una vita segnata da rughe senza più storie da raccontare. All’età di quarantanove anni fu sepolta viva tra le mura di un manicomio, con l’intento di sottrarle il pensiero e inibirle la parola. Seguirono trent’anni di silenzio, trent’anni durante i quali Camille non mostrò alcun pentimento nel portare la sua croce. E perché mai avrebbe dovuto? La sua unica colpa fu quella di essere nata donna, aggravata dalla libera scelta di farsi scultrice: una professione per antonomasia maschile, che la portò a superare in genio il suo celebre maestro.
Annalisa Fabbri vive a Faenza, laureata in Scienze Politiche all’Università di Bologna, da anni si dedica, attraverso un meticoloso lavoro di ricerca, all’approfondimento biografico di artisti famosi e dimenticati trasferendo nello stile romanzesco la vita e la poetica dei protagonisti. Dalla fedele ricostruzione storica scaturisce una narrazione avvincente e suggestiva che consegna al lettore forti emozioni.
Ha pubblicato: “Amori di una poetessa dimenticata” (Emersioni-Gruppo LIT, Roma, 2019) ottenendo una menzione d’onore al Concorso Letterario Nazionale Argentario 2020; “Vincent, ultimo atto. Le ultime ventiquattro ore di Van Gogh” (Il Seme Bianco, Roma, 2018), vincitore del Premio Internazionale di Arti Letterarie Thesaurus – Matera 2019 e secondo classificato al Concorso Letterario Nazionale di Grottammare 2019 e al Concorso Letterario Nazionale “Città sul Ponte” di Firenze 2019; “Io, lui… e Monet” (Tempo al libro, Faenza, 2009), “I Fiori di Montmartre” (Capponi Editore, 2022).