Cerveteri, rapaci feriti e portati alla Lipu: tanti casi in città

0
725

Rapaci feriti e recuperati in pochi giorni. Un giallo che a Cerveteri e Ladispoli sta tenendo in apprensione le tante associazioni animaliste del territorio. Le guardie zoofile delle due località in questi giorni sono molto impegnate per le varie segnalazioni che provengono da diverse zone del territorio. Si esclude comunque il ferimento ad opera di cacciatori. «Nel modo più assoluto – precisa Fabio Di Matteo, responsabile di Fare Ambiente Cerveteri – gufi e civette hanno riportato dei traumi, alcuni, probabilmente, nell’aver sbattuto a delle recinzioni nell’inseguimento delle prede, ritengo per lo più per il caldo e la siccità di questo periodo. Gli esemplari comunque li abbiamo tutti affidati ai veterinari della Lipu per scoprire le cause». Salvati anche due gheppi. «Sono stati trasportati – prosegue Di Matteo – al Centro Recupero Fauna Selvatica Lipu Roma dove del personale esperto e professionale se ne prenderà cura fino alla liberazione. Invitiamo tutta la cittadinanza a continuare a segnalare situazioni di pericolo per queste creature tanto belle quanto fragili ma allo stesso tempo vogliamo sensibilizzare sull’importanza di non toccare degli esemplari giovani che ancora non sono capaci di volare, salvo che un pericolo imminente per la loro incolumità lo richieda». Uno scenario che si sta presentando anche nella vicina Ladispoli. «L’altro pomeriggio – scrivono i volontari delle Guardie Nogra – è stato consegnato al nostro comandante Marco Azzari uno splendido esemplare di civetta e portato alla Lipu». E altri due rapaci sono stati portati a Manziana.